Consigli pratici: 20 trucchi per salvare a casa

20 trucchi per salvare a casa

Potrebbe sembrare impossibile risparmiare qualche euro in cucina, ma non devi farlo in questo modo se segui i semplici trucchi da cucina l'ordine e la manutenzione che ti diciamo sotto. Prendi nota … non fallire!

1. Il segreto sta nella pianificazione

Pianificare un menu settimanale è il modo migliore per regolare l'acquisto a un consumo reale. Solo se sai cosa stai per cucinare, eviterai acquisti eccessivi e il rischio di rovinarti il ​​cibo. Ricorda che un menu bilanciato dovrebbe avere 5 porzioni giornaliere di frutta e verdura, tra 2 e 4 porzioni a settimana di legumi e 3 o 4 di pesce e carne .

2. Occhio con la data di scadenza

Al momento dell'acquisto, non guardiamo sempre alla data di scadenza e roviniamo i prodotti senza rendercene conto. Non dimenticare la differenza tra la scadenza e il consumo preferito. Nel primo caso, il prodotto inizia a rovinare a partire dalla data indicata. Nel secondo, perde solo proprietà, ma non è male. In molti stabilimenti, hanno anticipato i prodotti che stanno per scadere, quindi ci vogliono quelli che sono più in fondo allo scaffale.

3. Pizze fatte in casa, molto meglio

Se sei quello che chiede la pizza a casa di volta in volta, ricorda che ne esce molto più economico, e anche sano, se li fai a casa. Quelli fatti in casa hanno meno grassi, sale e conservanti. Il trucco in modo da non farti troppo pigro per farlo è avere la pasta pronta in frigo pronta, da quella che vendono nei supermercati o nelle basi congelate. Devi solo aggiungere gli ingredienti che ti piacciono di più o riutilizzare parte del cibo e cuocerli mentre guardi, ad esempio, le tue serie preferite.

4. Conservare il congelatore in ordine

Congelare il cibo in razioni piccole o singole in modo da poter scongelare solo il numero necessario a seconda del numero di commensali. Non dimenticare di indicare la data di congelamento per non tenere il cibo per sempre. E ricorda che il congelatore consuma molta meno energia se preveni che il ghiaccio si accumuli sulle pareti e rimuova la polvere dalla parte posteriore.

5. Il contenitore conta

Per mantenere il cibo più a lungo, conservalo in contenitori che si chiudono bene. Tenere presente che più si riempiono, minore è la presenza di aria e, quindi, il rischio di ossidazione. Un confezionatore sottovuoto è una buona opzione per conservare il cibo più a lungo e in perfette condizioni.

6. Non immagazzinare troppo

L'abuso di offerte puntuali come 3 x 2 o contenitori e contenitori di dimensioni familiari può portarci a comprare più cibo di quello che ci serve davvero. Cerca di mantenere una dispensa equilibrata, in cui ci sono ingredienti essenziali come farina, zucchero, sale, olio, pasta, legumi e alcune conserve di base, come salsa di pomodoro o tonno.

7. Controlla periodicamente la tua dispensa

Se non controlli periodicamente la dispensa, corri il rischio che alcuni dei prodotti passino senza che tu te ne accorga. Una buona idea è di dargli una recensione ogni settimana, mettendo prima gli alimenti che devono essere spesi prima sullo sfondo quelli che hanno ancora una lunga vita e indicando cosa deve essere sostituito.

8 . Fare buon uso del frigorifero

Ordinare il frigorifero aiuta a prolungare la vita del cibo. La temperatura ideale è tra 1 o e 5 o . Ricorda che ogni volta che apri la porta perdi il 7% dell'energia.

  • La carne e il pesce devono essere collocati nella zona più fredda.
  • Coprire la carne con un foglio di alluminio o conservarla in un contenitore con griglia in modo che i succhi che rilascia non entrino in contatto con il resto degli alimenti.
  • Il pesce è meglio mantenerlo già pulito.
  • Il frutto e il vegetale possono essere in un luogo fresco protetto dall'umidità o in il frigorifero, ma apri le buste di plastica in modo che i pezzi respirino.
  • E la salsiccia tagliata durerà più a lungo se la conserverai in contenitori chiusi. Gli scaffali centrali sono il posto giusto.

9. Fare un uso migliore delle verdure

Spesso, noi sprechiamo parti del vegetale che conservano tutte le loro sostanze nutritive. I tronchi dei carciofi possono essere serviti bolliti – bisogna sbucciarli bene in modo che non diventino amari. Con le foglie esterne di broccoli e cavolfiori puoi fare il brodo. E se hai un sacco di verdure o stai per esagerare, puoi preparare una crema e conservarla in razioni.

10. Risparmio durante la cottura

Durante la cottura, è anche possibile risparmiare molto se si sceglie il sistema di cottura più adatto. Sostituisci la pentola convenzionale con l'espresso: risparmierai tempo e spenderai metà dell'energia. E sfrutta il forno a microonde, poiché richiede meno energia del forno e può ridurre il consumo energetico fino al 70%.

11. Pane e dolci a lunga vita

Se hai il pane puoi preparare una zuppa (aggiungendo aglio, olio e vino bianco), qualche briciola o un toast francese. Puoi anche dargli una nuova vita grattandola. O friggi alcuni crostini da aggiungere alle zuppe o alle creme. E con i pasticcini, cucinati a bagnomaria con latte e uova, puoi cucinare un delizioso budino.

12. Ottieni la dispensa ideale

Una dispensa organizzata è la migliore strategia per ottenere il massimo utilizzo del nostro acquisto:

  • Trova un luogo fresco e asciutto. L'umidità rovina il cibo prima. Ma nessuno dei due dovrebbe essere vicino al forno o al sole.
  • Etichetta bene tutti quegli alimenti o contenitori che non includono la data di scadenza.
  • Segui le istruzioni del produttore che appaiono sulla confezione quando conservi i prodotti. [19659022] Ordina scaffali per gruppi di alimenti, così troverai più facile trovare ciò che cerchi e vedere ciò che ti manca.
  • Prenota un posto buio, secco e ventilato per i tre fondamentali: aglio, cipolle e patate.
  • E posiziona l'ultimo acquisto nel posto più lontano. A volte la fretta ci porta a fare il contrario

13. Frutta, da non perdere

Se hai frutti da passare, prepara una macedonia o una torta (con una base di farina, uova e zucchero). Se hai comprato molto perché costava bene, puoi tenerlo sciroppato (fai bollire ogni chilo in 1/2 l di acqua e 1/4 di zucchero), oppure puoi anche preparare composte e marmellate.

14. Riciclaggio a base di crocchette

Ancora non sai come fare le crocchette? L'apprendimento è un investimento. Sono ideali per distribuire tutti i tipi di avanzi: stufato, pollo, prosciutto, formaggio … Serve solo salsa besciamella e una piccola cipolla saltata in padella. Ti tireranno fuori più di una fretta, puoi congelarli senza problemi e friggerli quando sei interessato.

15. Caldos, un jolly ideale

Con gli avanzi di verdure, pesce o pollo puoi preparare brodi, a cui è sufficiente aggiungere pasta, riso o, per esempio, soffriggere le cipolle con un po 'di formaggio per avere un piatto. Per realizzarli, devi solo mettere gli ingredienti in acqua fredda (puoi condirli con alloro e prezzemolo) e portarli ad ebollizione a fuoco basso per un'ora.

16. Allineamento con le copertine

Coprire i vasi durante la cottura può farti risparmiare fino al 30% di energia. È anche importante regolare il piatto in base alla dimensione del bruciatore in modo che la fiamma non lasci il diametro e il calore venga sprecato, il che aumenta il consumo del 20%. Per riscaldare l'acqua, è più efficiente metterla a microonde.

17. Cucinare molto in una volta

Preparare più quantità in ogni sessione presuppone un risparmio di tempo ed energia (si spende la stessa cottura per quattro che per sei). Se si preparano più razioni p si congelano gli avanzi e li si consuma quando si va più in fretta, evitando la tentazione di acquistare precotti, il 30% più costoso.

18. Mangiare razionalmente

La spesa per il cibo è a volte innescata da prodotti non necessari e, in aggiunta, tendono ad essere meno sani. Idea una dieta basata su prodotti di base (frutta e verdura di stagione, latticini, cereali, pesce e carne magra) ed elimina capricci superflui, come dolci o bevande analcoliche zuccherate. Scopri perché compra bene può aiutarti a perdere peso.

19. Usa il calore residuo

Durante la cottura, puoi ridurre il consumo energetico fino al 20% se spegni il fuoco qualche minuto prima. Il calore residuo è sufficiente per terminare la cottura. Quando si utilizza il forno, cuocere più piatti allo stesso tempo e ricordare che non è necessario preriscaldarlo se si prevede di farlo funzionare per più di un'ora.

20. Coltivare un giardino con balcone

Timo, rosmarino, origano, prezzemolo, menta … Coltivare piante aromatiche non richiede grande cura, solo una fioriera e un angolo con molta luce. E se hai una terrazza, osa con un tavolo di coltivazione. In un solo metro e mezzo puoi coltivare la tua lattuga, pomodori, peperoni, melanzane …

Consigli pratici: Trucchi per risparmiare fino a 571 euro in riscaldamento all'anno

Trucchi per risparmiare fino a 571 euro in riscaldamento all'anno

Chiudi i radiatori. Risparmio: € 55

Mantenere aperti i radiatori in stanze non utilizzate o utilizzate pochissimo, come le camere da letto utilizzate solo di notte, è un'importante fonte di spesa. La cosa ideale è chiudere la chiave dei radiatori che si trovano in queste stanze e chiudere bene le porte e le finestre in modo che il calore delle altre parti della casa non si deformi attraverso di esse.

 guadagna spazio sul ripiano del corridoio. Isolare porte e finestre. Risparmio: € 103

Isolare porte e finestre. Risparmi: € 103

Riesci a sentire il fischio d'aria attraverso le porte e le finestre o noti l'aria che si insinua attraverso di loro? Le porte e le finestre sono due dei punti principali attraverso cui sfugge il calore di una casa. È consigliabile localizzare i punti in cui viene filtrata l'aria fredda e posizionarli sulle strisce meteorologiche o sostituirli con quelli nuovi se sono già molto usurati.

 organizzare l'area di studio sotto la finestra d'angolo. Finestre con doppi vetri. Risparmio: € 55

Finestre con doppi vetri. Risparmio: € 55

L'ideale è installare finestre con doppi vetri, poiché un quarto dell'energia prodotta nelle case viene utilizzata per coprire ciò che viene perso dalle fessure delle finestre. Sebbene cambiarli sia una spesa, è un buon investimento a lungo termine, dal momento che possono ridurre queste perdite del 50%.

 trucchi per la pulizia cottura a microonde. Rinnova la caldaia. Risparmi: € 200

Rinnova la caldaia. Risparmio: € 200

Le caldaie convenzionali che usiamo di solito nelle cucine sono molto meno efficaci della condensa, la nuova tendenza nel riscaldamento. È vero che sono molto più costosi rispetto alle caldaie convenzionali, ma sono anche più efficienti ed ecologici – risparmiano il 30% di energia – ea lungo termine si finisce per ottenere il massimo dai costi, curando l'ambiente.

 ordine scaldasalviette da bagno. Radiatori con termostato. Risparmio: € 68

Radiatori con termostato. Risparmi: € 68

Le valvole manuali aprono e chiudono solo il radiatore. I termostati, d'altra parte, controllano individualmente la temperatura. In questo modo puoi regolare la temperatura di ciascun radiatore in base alla tua permanenza. Se puoi optare per questo tipo di valvola quando si tratta di pianificare il riscaldamento, non esitare.

 divano da bambina con piedi elasticizzati. Spegni il riscaldamento. Risparmio: € 90

Spegnere il riscaldamento. Risparmio: € 90

Lasciare acceso il riscaldamento quando non sei a casa così la casa non si raffredda è uno degli errori più comuni. Se quello che vuoi è che quando torni a casa dal lavoro o ti alzi al mattino la tua casa è calda, installa un termostato programmabile. Di solito non costano più di € 100 e ti permettono di impostare il tempo di accensione e spegnimento, oltre alla temperatura. Quindi alla fine finisci per risparmiare.

Sapevi che puoi risparmiare un sacco di euro all'anno cambiando semplicemente alcune cose da casa? Beh, è ​​così. Prendendo come riferimento un piano di 90 m 2 di 25 anni con riscaldamento a metano e il clima di Madrid, abbiamo calcolato che s e può risparmiare fino a 571 € nel conto annuale tenendo conto conta i seguenti tasti.

Chiudi i radiatori che non usi. Risparmio: € 55

Mantenere aperti i radiatori in stanze che non vengono utilizzate o utilizzate molto poco, proprio come i dormitori utilizzati solo di notte, è un'importante fonte di spesa. La cosa ideale è chiudere la chiave dei radiatori che si trovano in queste stanze e chiudere bene le porte e le finestre in modo che il calore delle altre parti della casa non si deformi attraverso di esse. Inoltre, non mancare questi consigli per riscaldare la casa senza dover mettere il riscaldamento.

Isolare bene porte e finestre. Risparmi: € 103

Riesci a sentire l'aria fischiare attraverso porte e finestre o noti l'aria che filtra attraverso di loro? Le porte e le finestre sono due dei punti principali attraverso cui sfugge il calore di una casa. Si consiglia di individuare i punti in cui viene filtrata l'aria fredda e di applicare loro le strisce meteorologiche o sostituirli con quelli nuovi se sono già molto usurati.

Installare finestre con doppi vetri. Risparmi: € 55

Molte case hanno ancora finestre con vetro semplice. L'ideale è installarli con doppi vetri, poiché un quarto dell'energia prodotta nelle case è destinata a coprire ciò che è perduto attraverso le fessure delle finestre. Sebbene cambiarli sia una spesa, è un buon investimento a lungo termine, poiché possono ridurre queste perdite del 50%.

Rinnovare la caldaia. Risparmio: € 200

Le caldaie convenzionali sono molto meno efficaci della condensa, la nuova tendenza nel riscaldamento. È vero che sono molto più costosi rispetto alle caldaie convenzionali, ma sono anche più efficienti ed ecologici – consentono un risparmio del 30% di energia – ea lungo termine si finisce per ottenere il massimo dai costi, curando l'ambiente.

Radiatori con termostato Risparmi: € 68

Le valvole manuali aprono e chiudono solo il radiatore. I termostati, d'altra parte, controllano individualmente la temperatura. Quindi puoi regolare la temperatura di ciascun radiatore in base alla tua permanenza. Se puoi scegliere questo tipo di valvola quando pianifichi il riscaldamento, non esitare.

Spegni il riscaldamento quando non lo sei. Risparmio: € 90

Lasciare il riscaldamento acceso in modo che la casa non si raffreddi è uno degli errori più comuni. Se quello che vuoi è che quando torni a casa dal lavoro o ti alzi al mattino la tua casa è calda, installa un termostato programmabile. Di solito non costano più di € 100 e consentono di impostare il tempo di accensione e spegnimento, e la temperatura. Quindi, alla lunga, finisci per risparmiare.

E se vuoi saperne di più, non perdere tutti i nostri trucchi per risparmiare energia a casa.

Consigli pratici: Alberi di Natale idee di decorazione

Alberi di Natale che riescono su Internet: idee di decorazione

 

1. Il classico

L’albero con ornamenti rossi e bianchi è un classico di una vita che non manca mai. Ornamenti a forma di stella, cuore e piccolo albero combinati con palle di Natale, nastri e ghirlande sono le sue basi. Se si desidera una versione fai-da-te (Do It Yourself), è possibile farsi degli ornamenti ritagliando i moduli su carte colorate o cartoni rivestiti con carta da imballaggio, ad esempio.

Foto: El Mueble.

 Albero di Natale cornici foto lettere. 2. Albero genealogico

2. Albero genealogico

L’idea è super semplice. Invece di decorazioni natalizie, decorare l’albero con cornici e foto di tutti i membri della famiglia. Se non hai tanti fotogrammi e non vuoi spendere un sacco di soldi, puoi riprodurre questa idea realizzando le tue cornici con carte tagliate e dipinte, o foderate con carta da regalo o corde rustiche, ad esempio.

Foto: Lil Luna. 19659004]

 Carta dell'albero di Natale. 3. Sottile, rapido ed economico

3. Sottile, rapido ed economico

Che tu abbia poco spazio o poco tempo per decorare o poco budget, questo tipo di albero di Natale si adatta al conto. Consiste nel dipingere l’albero direttamente sul muro, qualcosa che non costa nulla, viene fatto in un calpestio e non occupa letteralmente nulla. Per evitare di danneggiare il muro, puoi mettere un pezzo di carta da imballaggio, dipingere l’albero e mettere ghirlande e ornamenti, o anche disegnarli.

Foto: Fairy 77.

 Albero di Natale assi di legno 1. 4. Con Palés

4. Con Palés

Le idee per decorare con pallets di legno trionfano in meno rispetto a quanto costa fare clic. Qui, ad esempio, hai un albero di Natale che è stato realizzato usando le assi di un pallet. Un’idea originale, sostenibile ea basso costo. L’unico inconveniente è che richiede strumenti e una certa esperienza. Ma se ti piace l’idea e non vuoi complicarla così tanto, puoi realizzare la stessa versione tagliando il cartone da una robusta scatola.

Foto: El Mueble.

 Albero di Natale 2 2. Modello 3D

5. Modello 3D

Un’altra idea sostenibile con i pallet è creare una versione 3D, come in questa proposta. Su un asse verticale di legno, metti assi di diverse dimensioni orizzontalmente e pieni di ornamenti. Come nel caso precedente, richiede strumenti e una certa esperienza.

Foto: Decoratrix.

 panno dell'avvento del calendario dell'albero di Natale. 6. Con decorazioni in stoffa

6. Con decorazioni in stoffa

Se ti piace cucire e lavorare, puoi provare a creare decorazioni personalizzate. Coprendo i tuoi vecchi ornamenti natalizi con gli avanzi di un plaid, una coperta o una vecchia maglia per fare lavori più elaborati come questi ornamenti che ricreano un calendario dell’Avvento: buste di stoffa, con il numero all’esterno e la sorpresa all’interno.

Foto : Lavoro domestico.

 Ghirlanda dell'albero di Natale illumina i colori. 7. Colorista e minimalista

7. Colorista y minimal

Devi solo prendere una ghirlanda natalizia, come questa con le palle colorate, e appenderla sul muro ricreando la forma di un albero di Natale. Un’idea tanto semplice quanto efficace e talmente elegante.

Foto: Plumetis.

 Tronchi di alberi di Natale 2. 8. Rustic chic

8. Rustic chic

Un’alternativa alla precedente proposta è questa versione mini con rami e tronchi riciclati a cui sono stati aggiunti alcuni ornamenti in tessuto. Ha molto fascino e aggiunge un tocco natalizio a qualsiasi angolo della casa senza occupare quasi nessuno spazio.

Foto: Lavori domestici.

 Albero di Natale all'uncinetto. 9. Per i fan del crochet

9. Per i fan del crochet

Se ti piacciono i crochet e gli amigurumi (bambole all’uncinetto), perché non provare a fare questo albero di Natale all’uncinetto.

 Tronchi di albero di Natale 1. 10. Scala verso il cielo

10. Oltre ad essere un dettaglio super carino, ti aiuta a rilassarti mentre lo fai. Stairway to heaven

Questa idea ci piace. Devi solo prendere alcuni rami o bastoncini di diverse dimensioni, disporli dalla più grande alla minima lunghezza, unirli con una corda sui lati come se fosse una scala e usare la stessa corda per appenderla alla parete. Per decorarlo, puoi aggiungere palle di Natale, ghirlande di luci, una stella di legno … Oltre ad essere molto economico, occupa poco spazio quando è piatto.

Foto: Laloleblog.

 Ghirlanda di luci dell'albero di Natale. 11. Sia la luce

11. Sia la luce

Uno dei simboli per eccellenza del Natale sono le piccole luci, e in questo caso sono i protagonisti assoluti. L’albero è stato cancellato e la sua forma è stata ricreata con l’ausilio di una serie di luci natalizie a zigzag.

Foto: Ideas for.

 Borse per calendari dell'avvento dell'albero di Natale. 12. Due in uno

12. Due in uno

Perché non combinare l’albero di Natale e il calendario dell’Avvento in uno? È quello che hanno fatto in questa proposta. Su un tessuto a forma di albero sono stati appesi come sacchetti di decorazioni natalizie che corrispondono ai giorni. Come un gancio sull’albero, è stato usato un anello per tende e come bottoni per le borse. Tutto è tra le cuciture.

Foto: lavori domestici.

 Congratulazioni per la cartolina dell'albero di Natale. 13. Pieno di buone vibrazioni

13. Pieno di buone vibrazioni

Se non sai cosa fare con le cartoline e gli auguri di Natale che sono arrivati ​​nella tua casella di posta, puoi considerare la possibilità di creare un albero come questo in qualche angolo della casa. Così, con i suoi disegni colorati e gli auguri, riempirai quello spazio con gioia e buone vibrazioni.

Foto: Homelife.

 foglie di libro dell'albero di Natale. 14. L'annata più intellettuale

14. L’annata più intellettuale

Su internet, ci sono innumerevoli alberi di Natale fatti da libri. Da pile di libri ammucchiati in una piramide a questo semplice albero fatto con le foglie di un vecchio libro su un sentiero, e “delineato” con una corda rustica. Ci piace perché, con pochissimo, ha un sacco di effetti: è pieno di magia e fascino vintage.

Foto: Paperblog.

 bottoni patchwork albero di Natale. 15. Da Patchwork

15. From Patchwork

Le creazioni con gli scarti di tessuto hanno anche un posto quando fai il tuo albero di Natale. Questo è fatto con nastri e bordi di diverse lunghezze e stili decorati con bottoni come se fossero palle. Tuttavia, non devi limitarti ai tessuti. Puoi riprodurre la stessa idea con carte colorate o stampe. Un’idea facile, poco costosa e super divertente da fare da sola o accompagnata da bambini, per esempio.

Foto: lavori domestici.

 Biscotti dell'albero di Natale. 16. Versione deliziosa

16. Versione “deliziosa”

Un modo per portare a casa Natale senza dover grattare troppo la tasca è, ad esempio, per realizzare dolci con forme natalizie come questi biscotti fatti dal nostro blogger Delicious Martha. In questo caso, ha fatto biscotti di diversi diametri macchiati con coloranti alimentari rossi e verdi e li ha ammucchiati come se fossero alberi di Natale. Semplice ed efficace e, naturalmente, delizioso!

Foto: Delicious Martha.

Ornamenti per tutti i gusti e tutte le tasche

E improvvisamente, Natale arriva e no sai come decorare l’albero o sei annoiato con gli ornamenti di tutti gli anni … Ecco alcune idee per rinnovarli.

  • Classici. Ornamenti a forma di stella, cuore e piccolo albero combinati con palle di Natale, nastri e ghirlande. Se vuoi una versione Fai da te (Fai da te), puoi realizzare gli ornamenti tagliando le forme su carte colorate, o cartoni rivestiti con carta da imballaggio, per esempio.
  • Di stoffa. Se ti piace cucire e lavorare, puoi provare a creare decorazioni personalizzate. Coprendo le tue vecchie decorazioni natalizie con brandelli di plaid, una coperta o una vecchia maglia per farle sentire o elaborare elaborazioni più sofisticate come il calendario dell’Avvento della galleria.
  • Portraits. Invece di decorazioni natalizie, decorare l’albero con cornici e immagini di tutti i membri della famiglia. Se non hai molti fotogrammi e non vuoi spendere un sacco di soldi, puoi realizzare questa idea realizzando le tue cornici con cartone tagliato e dipinto o foderato con carta da regalo o corde rustiche, ad esempio
  • Sweets. È una tradizione molto diffusa in alcuni paesi nordici. I biscotti sono fatti con le stesse forme degli ornamenti classici e appesi all’albero.

Alberi da altri materiali (e non dalla plastica)

Un’alternativa all’albero classico, e senza dover ricorrere alla versione in plastica , è di crearne uno con altri materiali o risorse.

  • Tavole di legno. Su un asse verticale di legno, metti assi di diverse dimensioni orizzontalmente e quelli pieni di ornamenti, come ti mostriamo nella galleria.
  • Piante da interno. Un’opzione molto utile se si dispone di una pianta interna di dimensioni considerevoli, come ad esempio un ficus benjamina, ad esempio, è decorandolo con decorazioni natalizie come se fosse l’albero. Un’idea economica e sostenibile.
  • Libri impilati. Una delle idee più originali di Internet è quella di creare alberi di Natale con libri impilati in modi infiniti. Abbiamo optato per una versione piatta, usando solo le foglie.

In due dimensioni: non occupano nessuno spazio

Se hai poco spazio a disposizione per posizionare l’albero, o semplicemente non vuoi complicare la tua vita, puoi scegliere Versioni piatte come queste, che occupano zero spazio.

  • Dipinto sul muro. Consiste nel dipingere l’albero direttamente sul muro, qualcosa che non costa nulla, viene fatto in un calpestio e non occupa letteralmente nulla. Per evitare di danneggiare il muro, puoi mettere un pezzo di carta da imballaggio, dipingere l’albero e mettere ghirlande e ornamenti, o anche disegnarli.
  • Con legno (o cartone). Come l’albero dei pallet nella galleria. Un’idea originale, sostenibile ea basso costo. L’unico inconveniente è che richiede strumenti e una certa esperienza. Ma se ti piace l’idea e non vuoi complicarla così tanto, puoi fare la stessa versione tagliando il cartone da una robusta scatola.
  • Rami a gradini. Come nell’esempio della galleria, devi solo prendere rami o bastoncini di diverse dimensioni, disporli dalla più grande alla minima lunghezza, unirli con una corda sui lati come se fosse una scala e prendere la stessa corda per appenderla al muro . Per decorarlo, puoi aggiungere palle di Natale, ghirlande di luci, una stella di legno …
  • Patchwork di carta e tessuto. Le creazioni con gli scarti di tessuto hanno anche un posto quando si crea il proprio albero di Natale. Puoi usare nastri e bordi di diverse lunghezze e stili decorati con bottoni come se fossero palle. Oppure riprodurre la stessa idea con carte colorate o stampe. Un’idea facile, economica e super divertente da fare da sola o accompagnata da bambini, per esempio.
  • Con ghirlande. Puoi passare dall’albero e posizionare direttamente sulle ghirlande a muro di ornamenti o luci che riproducono la forma di un albero, come nelle due proposte della galleria.
  • Da cartoline o fogli di libri. Se non sai cosa fare con le cartoline e gli auguri di Natale che sono arrivati ​​nella tua casella di posta, puoi considerare la possibilità di creare un albero posizionandoli sul muro sotto forma di un albero. Oppure fai lo stesso con le foglie di un vecchio libro su un sentiero e segna il tuo profilo con una corda rustica.

Mini versioni per portare il Natale in qualsiasi angolo

E puoi anche dare un tocco natalizio a qualsiasi spazio con piccoli alberelli come questi.

  • Di tronchi. Si tratta di farne uno con rami e bastoncini riciclati. Ma potresti anche farlo con le bacchette e, se sei molto meticoloso, anche con le bacchette.
  • Per gli appassionati di crochet. Se sei un appassionato di uncinetto e amigurumi (bambole all’uncinetto), perché non provare a fare un albero di Natale all’uncinetto. Oltre ad essere un dettaglio super carino, ti aiuta a rilassarti mentre lo fai.
  • Versione “deliziosa”. Puoi anche creare alcuni cookie alberi come quelli che il nostro blogger ha realizzato Delicious Martha. Ha raccolto biscotti di diversi diametri macchiati con coloranti alimentari rossi e verdi e li ha ammucchiati come se fossero alberi di Natale. Semplice ma efficace e, ovviamente, delizioso!

Psicologia: Come Si Crea La Dipendenza Affettiva Dal Partner?

E’ una realtà che necessita di essere conosciuta incanalata e integrata per recuperare o migliorare la propria funzionalità in relazione con l’ambiente e quindi vivere una vita affettiva e sessuale con la massima intensità possibile.

Infatti la distinzione tra “amore intenso” e “amore malato” risulta legata a diversi fattori: sociali, culturali, a stadi evolutivi e a condizioni di vita. E’ normale che in una relazione, in particolare durante la fase dell’innamoramento, ci sia un certo grado di dipendenza, il desiderio di “fondersi coll’altro”, ma questo desiderio “fusionale” tende a diminuire con lo stabilizzarsi della relazione.

E’ nell’amore che sperimentiamo forte l’esigenza naturale di cercare ed unirci ad un’altra persona per soddisfare quei bisogni che da soli resterebbero inascoltati ed insoddisfatti. Si preoccupano facilmente per l’ aspetto, la personalità, i problemi e gli interessi di questa persona.

Talvolta il bisogno della presenza fisica dell’altro è talmente forte che il dipendente sente di esistere solo quando il partner gli è vicino.

psicologia affettiva

Il dipendente affettivo fa spesso riferimento all’ altra persona nelle conversazione, sentendosi libero di “parlare per” l’altro. La persona amata al contrario del partner dipendente è tipicamente una persona sufficientemente autonoma, con la tendenza a essere sfuggente, evitante, irraggiungibile nelle relazioni.

L’uomo dipendente invece è più facile che mascheri il proprio bisogno d’affetto proiettandolo fuori di sé, investendo gran parte delle energie nel lavoro, impegnandosi in hobby e sport, o comportandosi in maniera protettiva, talvolta fino all’eccesso della gelosia patologica. Anche quando il rapporto finisce (normalmente il dipendente viene lasciato), la persona dipendente troverà una nuova relazione in cui metterà in atto le stesse dinamiche di coppia. Per differenziare tra una certa forma di interdipendenza benefica che caratterizza anche i rapporti sani da una malsana, analizzeremo quei fattori che costituiscono le relazioni di dipendenza: come e perché iniziano e come vengono mantenuti. Perché le dipendenze sono difficili da rompere? Ma quali sono i segni della dipendenza affettiva?

  1. Non sopporta le critiche e nega l’evidenza
  2. Fa arrivare i suoi messaggi attraverso intermediari (telefona o lascia appunti scritti)
  3. Terrore dell’abbandono e della separazione
  4. Rifugge dalle sue responsabilità riversandole sugli altri
  5. Non tiene contro dei diritti, dei bisogni e dei desideri altrui
  6. Incapacità di tollerare la solitudine
  7. Cambia idea, comportamenti, opinioni a seconda delle persone e delle situazioni

La dipendenza affettiva, tuttavia, rappresenta una vera e propria patologia, in grado di compromettere fortemente l’autonomia, l’autorealizzazione e il benessere individuale.

Tuttavia, è solo dopo che incontriamo ripetutamente frustrazione e dolore nei rapporti emotivamente dipendenti che avvertiamo il bisogno di qualcosa di più soddisfacente in una relazione. La dipendenza affettiva (DA) può essere descritta come un forte bisogno di legame nei confronti di un oggetto (una persona) da cui dipendere in maniera emotiva e concreta. Ci attacchiamo disperatamente all’altro per bisogno. Queste relazioni sono caratterizzate da episodi frequenti di gelosia, possessività e dal desiderio di esclusivismo; altre persone spesso sono viste come una minaccia per la relazione. Altri sono soggetti troppo sensibili, che chiedono sempre approvazione prima di agire.

Questo è un processo naturale della mente che per modificarlo bisogna prima di tutto individuarlo e rendersi consapevoli. Curiosamente, molte delle persone che soffrono di un disturbo simile o di dipendenza affettiva non hanno analizzato certi aspetti propri non tanto della causa scatenante ma dell’evoluzione del processo stesso.

Conseguentemente, queste persone pretendono costanti rassicurazioni e conferme e percepiscono qualsiasi gesto di allontanamento, se pur minimo, come un catastrofico abbandono, ossia l’inizio della propria rovina. In questo modo riesce ad addormentarsi tenendo vicino a sé la copertina che rappresenta, simbolicamente, la vicinanza della mamma che, per motivi pratici, esce dalla camera. Viene proposta una riflessione sul tema della sofferenza in quanto esperienza che fa parte dell’esistenza umana, in un mondo sempre più dominato dalla frenesia, dall’indifferenza e dalla superficialità che certo non aiutano a soffermarsi sull’importanza dei vissuti interiori. Quanta sofferenza ho dovuto patire per paura di essere abbandonato? Innanzitutto, è fondamentale soffermarsi sulle proprie emozioni e cercare di identificare le circostanze in cui scatta la paura dell’abbandono, in modo da poter elaborare strategie diverse per gestirla, come ad esempio dedicarsi ad una piccola attività piacevole per se stessi. Ciò a tal punto da sviluppare un attaccamento totalizzante e una grande paura alla separazione. Ci si sottomette, si cede, si accetta piuttosto che rischiare di perdere il nostro ancoraggio, il punto di riferimento. Quando il sistema nervoso della madre e del bambino rimangono in connessione per molto tempo si possono formare nuovi schemi comunicativi e aumenta così la complessità di entrambi i sistemi e si sviluppano nuove capacità.

Dott.ssa Luigina Pugno psicoterapeuta a Torino

Alterazioni della voce: cause, sintomi e trattamento

Quali sono le alterazioni vocali e quali tipi possiamo distinguere?

Le alterazioni vocali o disturbi della voce sono quelle patologie causate da un’alterazione della laringe e dei relativi organi che va dai passaggi nasali all’inizio della trachea . Non è considerato un disturbo della voce, sarebbe davvero un disordine vocale, un linguaggio parlato, non solo una lesione della laringe vera e propria, perché la laringe è l’organo principale per produrre la voce ma non è l’unica cosa, ad esempio intervengono anche le cavità di risonanza, come sarebbero le narici, come sarebbe l’orofaringe, come farebbe l’ipofaringe. Possiamo distinguere fondamentalmente due, le alterazioni vocali in due grandi gruppi quelli che sono funzionali e quelli che sono organici.

Vale a dire quelli in cui troviamo un disordine organico, una malformazione, un’alterazione struttura anatomica della laringe e delle strutture responsabili della produzione della voce. Quelli sarebbero organici . E in quelli che non troviamo alcun disordine organico, sarebbero funzionali . Il termine generico per i disturbi della voce sarebbe disfonia, disfonia funzionale e disfonia organica. E all’interno del biologico sarebbe il più noto sarebbero i noduli, i polipi, le cisti, l’edema e così via. A sua volta, la disfonia organica è divisa in congenita cioè, che nasce con loro, e acquisita a causa di uso improprio della voce.

Quali sono le loro cause e quali sintomi presentano?

Le principali cause dei disturbi della voce, in breve, le cause principali della disfonia sono di solito, da un lato, un uso o un abuso della voce ad esempio negli insegnanti, nei cantanti, vale a dire nei professionisti della voce. E poi c’è un altro gruppo di cause molto importanti che di solito è il tabacco . E il terzo gruppo importante è reflusso gastroesofageo . I sintomi principali o per quello che il paziente viene da noi, l’otorinolaringoiatra, è solitamente dovuto a un cambiamento di voce, una disfonia. Si sforza di finire le frasi, si stanca, affatica, o il suo tono di voce è cambiato.

Come possiamo trattare i disturbi della voce?

Il trattamento dei disturbi della voce include tre grandi gruppi. Da un lato ci sarebbe stato un trattamento medico farmacologico dall’altro il trattamento riabilitativo o logopedista e dall’altro il trattamento chirurgico. Il più delle volte, non viene fatto solo il tipo di trattamento, ma i tre insieme, che sarebbe una variante mista. Il trattamento medico comprende principalmente mucolitici, corticosteroidi, antinfiammatori. Il trattamento logopedico prevede che il paziente debba trattare un professionista che lavora con noi, che è il logopedista, che cerca di riabilitare, di cambiare il gesto vocale. E infine il trattamento chirurgico sarebbe stato risolto chirurgicamente con un intervento chirurgico che cambia, quell’alterazione strutturale che esiste nella laringe. Va detto che il trattamento chirurgico di solito risolve il 10 o il 20% dei disturbi della voce. Il più delle volte è risolto con trattamento farmacologico o logopedia.

Consigli pratici: Idee per approfittare della paga extra

Idee per approfittare della paga extra

Arriva Natale e puoi avere fretta che ti porta a pensare di avere denaro illimitato per tutti i tuoi capricci.

Inizio credendo che come tu hai l’extra puoi permettere questo e quello, e quando vuoi capire che l’hai lucidato, non ne hai abbastanza per affrontare le spese aggiuntive che si presentano sotto forma di doni e varie celebrazioni e, Inoltre, la pendenza di gennaio può essere presentata più ripida del conteggio perché non hai fatto un “piccolo angolo”.

In modo che questo non accada e non devi aspettare che la lotteria di Natale ti tocchi, ti diamo alcuni consigli per allunga la paga extra in più di cui hai bisogno.

Un po ‘di storia …

La ​​paga extra è stata inventata durante la prima metà del 20 ° secolo in modo che i lavoratori poco qualificati con poca cultura Le spese economiche potrebbero essere soddisfatte durante le vacanze estive e natalizie.

Quando fu deciso di stabilire due pagamenti extra, ciò che fu fatto non fu di aggiungere due pagamenti a quelli esistenti, ma di dividere lo stipendio annuale tra 14 pagamenti e non tra 12 come al solito.

Pertanto, se hai due pagamenti extra, ogni mese conservi una sesta parte per restituirla in seguito come paga extra. Cioè, non si carica più, ma si ha lo stipendio più distribuito. Il numero di pagamenti extra è variabile, secondo la compagnia, anche se il più comune è che sono due.

Sembra una buona idea ma, occhio, può diventare un miraggio

Ricevere la paga extra prima di Natale o in estate è solitamente un’iniezione di adrenalina ma, ciò che potresti non sapere è che, se non lo gestisci correttamente, alla fine puoi assumere un mal di testa piuttosto che una gioia.

  • Come ti fa sentire? Quando arriva l’extra, inizi il mese con l’illusione, ti rilassi, abbassi la guardia e ti dai un piccolo capriccio. Ti senti ricco e potente.
  • Che stai facendo? Ti senti sicuro di bruciare la carta di credito (non addebito) e non hai paura di esaurire il credito perché hai un saldo in contanti nel conto. E non hai nemmeno paura di spendere i soldi.
  • Risultato: un dramma. Tutti questi fattori determinano la “tempesta perfetta”. Arrivato al quindicesimo giorno approssimativamente ciò che accade è che si è esaurito il saldo nel conto e anche nella carta di credito. Un cataclisma.
  • E la cosa si complica … Come in vacanza o in procinto di goderseli, la sensazione è di claustrofobia finanziaria. E risolverlo è complicato se il direttore della nostra banca è in vacanza.

Coppie, la follia è moltiplicata per due

Se vivi in ​​coppia e hai un account condiviso ma non metti un po ‘di “testa”, quando venire la paga in più, il risultato può essere tremendo. Se l’importo medio della retribuzione aggiuntiva è 1.300 x 2 = 2.600 €, organizza bene il mese in modo da non finire a spendere i 5.200 € e più!

Come puoi fermare questa “tempesta perfetta”?

  • Con il solito stipendio e la carta agisce normalmente come fai ogni mese, non lasciarti trasportare dalla lussuria . Inoltre, questo mese mantieni la carta di credito sotto chiave e non esagerare più che in occasioni molto speciali, quando la spesa è ben ponderata.
  • Fai un elenco di spese in più che stai per avere: regali di Natale, cibo e cena, vestiti per feste, film o spettacoli teatrali, ecc.
  • Assegnare una quantità a ogni partita. Sii realistico con ciò che puoi spendere per tutto e non oltre il budget. Se i regali, ad esempio, sbilancia il gioco, getti l’immaginazione e proponi di creare un “amico invisibile” anche con i membri della tua famiglia.
  • Se non ti fidi di farlo bene tirando la carta, puoi prendere il contanti e mettilo in buste per ogni spesa: regali, pasti, ecc. Soprattutto, non dimenticare di tenere le buste in un posto sicuro, che non vogliamo neanche guai.
  • Prova a salvare, inoltre, una parte per le spese accessorie e una parte per sconti e altre spese presentate in gennaio, quando non avrai extra e dovrai sostenere il tuo stipendio “nudo”, come l’assicurazione auto o casa, ecc.

E cosa succede se non hai un extra?

Non avendo trattenuto il denaro in due paga in più, sei tu che dovresti risparmiare ogni mese per le vacanze e il Natale. Forse puoi parlare con la tua agenzia di viaggi e pagare a rate, e lo stesso con i regali. E se no, usa il trucco delle buste: ogni mese lo riempi con un importo fisso. O ricorrere a un conto di risparmio per queste spese. Quanto risparmiare? Un sesto del tuo stipendio, che è quello che farebbe una società (anche di più se te lo puoi permettere).

Consigli pratici: Decorare la casa a Natale

Decorare la casa a Natale

Il Natale è una delle celebrazioni più speciali dell’anno.

È pieno di simboli e spiritualità e ci permette di incontrare i nostri cari. Una ragione più che sufficiente per avere la casa pronta a riceverli in grande stile. Se vuoi che quest’anno sia davvero speciale, non perdere i nostri trucchi per decorare la casa a Natale e riempirla di magia.

Prepara un tavolo da festa autentico

  • Tabelle. Se ne hai molti e non hai un tavolo grande, puoi unirti a quelli più piccoli, usare le schede da cavalletto, mettere i bambini in uno più basso o disporre di mobili ausiliari accanto a dove lasciare le bevande, i vassoi e così via guadagnare spazio al tavolo principale.
  • Tovaglie. La cosa classica è metterne una lunga che arrivi a terra. Se non ne hai uno così lungo, metti due chiari nella base e uno corto, quel contrasto. Puoi anche optare per una tovaglia individuale o una tovaglia combinata con diversi runner da tavola per delimitare il luogo di ogni commensale.
  • Ornamenti. Un grande ornamento centrale funziona bene oltre a distribuire elementi più piccoli in tutto il tavolo. E come dettagli decorativi usano elementi vegetali (fiori, ananas, rami, frutti d’autunno) o le stesse decorazioni che hai usato per decorare l’albero e la casa (palle, stelle, lanterne, candele …)
  • Stoviglie, bicchieri e posate. Se non hai giochi completi e, d’altra parte, ne hai diversi che mancano di un pezzo, una soluzione è combinarli alternando piatti, tazze e posate l’uno dell’altro o creando simmetrie: alla punta i pezzi di un stoviglie e al centro quelle dell’altro, ecc.
  • Sedie. Se è necessario utilizzare sedie di altre stanze o pieghevoli, è possibile trovare coperture in tessuto per circa € 20 per unificarle tutte. E se no, si può fare come con stoviglie e bicchieri: alternare o distribuirli simmetricamente in modo che il tutto sia armonioso nonostante la varietà.

Buone idee per decorare l’albero

  • Stile rustico. Per rendere il tuo albero un aspetto molto naturale, una possibilità è quella di optare per un modello innevato e coprirlo con rifiniture in legno non trattate, lacci di stoffa o lino e palline nei toni grezzi, tutti combinati in essi colors.
  • Colorista e pieno di magia. Consiste nel combinare gli ornamenti in tre diverse tonalità (pastello se vuoi un effetto più sfumato, o vivere se vuoi un effetto più sorprendente). E illuminalo con una ghirlanda di luci soffuse e il più semplice possibile se non vuoi rimuovere la prominenza degli ornamenti.
  • Tradizionale, con rosso, bianco e verde. Sono i colori classici del Natale. Devi solo cercare stelle, palle, campane e altri ornamenti in questi toni e distribuirli felicemente dall’albero.

La magia dei doni ovunque

Metti alcuni pacchetti avvolti con carta regalo sotto il albero o accanto al cassettone dà una sensazione di festa e riempie la casa di magia. Inoltre, può aiutarti a camuffare o camuffare il piede dell’albero, un vaso di plastica o un piede di metallo. Hai solo bisogno di avvolgere la carta e le scatole di scarpe, ad esempio, disposte orizzontalmente e verticalmente. Ma, per non rompere l’armonia della tua casa, prova a scegliere la carta da imballaggio, gli archi ei nastri con cui li avvolgerai per abbinare i toni dell’intera decorazione. In questo modo eviterai un contrasto indesiderato.

E quel Natale raggiungerà tutti gli angoli

  • Candele. Tè in portacandele in vetro, candele di varie dimensioni in lampadari o all’interno di lanterne, vasi o contenitori di vetro … La luce delle candele e la loro estetica portano la magia in ogni angolo della casa. Mettili in luoghi dove sono ben visibili, come la sporgenza di una finestra, il tavolino da caffè o un mobile alto. E gruppi diversi per creare centri pieni di luce
  • Ristras di carte appese alle finestre o nei corridoi. Possono essere acquistati o anche fatti a mano: alcuni dipinti, altri con figure di stoffa e feltro, altri ritagliati con forme natalizie (stelle, cuori, alberi …).
  • Scaffali mobili con tocchi vegetali. Metti una base verde con rami di pino, eucalipto o muschio, in modo che riempia l’intera mensola e posizionata sopra ananas, palle, ghirlande di luce …
  • Personalizza le confezioni regalo. Con fotografie o altri elementi come archi, ghirlande, campane …

Consigli pratici: 15 buone idee per bagni piccoli

15 buone idee per bagni piccoli

1. Porte scorrevoli e finestre

Le porte scorrevoli sono una delle migliori soluzioni per guadagnare metri in piccole stanze. Distribuendo la superficie che una porta convenzionale deve aprire e chiudere, è possibile sfruttare tutto lo spazio disponibile. Inoltre, è possibile posizionarne uno senza la necessità di lavori, optando per una porta scorrevole con una guida esterna.

 piccoli bagni con doccia e scaldasalviette sotto il lavabo. 2. Doccia al posto della vasca

2. Doccia al posto della vasca

La vasca non solo occupa molto spazio, ma è anche molto meno sostenibile se si fa il bagno anziché la doccia e può causare problemi alle persone con mobilità ridotta di entrare e uscire. Sostituendolo con una doccia o con un impianto di lavoro, non solo guadagnerai superficie, ma contribuirai anche alla protezione dell’ambiente e all’eliminazione delle barriere architettoniche.

 piccoli bagni con doccia sospesa. 3. Erogare il bidet

3. Dispensare il bidet

Se lo si utilizza poco o mai, una buona idea è quella di fare a meno del bidet e sfruttare lo spazio liberato per posizionare un’unità di memoria, ad esempio. Inoltre, non devi rinunciarvi radicalmente, dato che ci sono dei bidoni di plastica portatili che vengono posizionati sul sedile del water.

Foto via El Mueble

 piccoli bagni doccia lavoro partizione mobili lavabo lavoro sotto lo schiavo. 4. Strutture di lavoro, versatili e personalizzate

4. Strutture di lavoro, versatili e personalizzate

Le strutture di lavoro permettono di adattarsi allo spazio disponibile qualunque esso sia e abbia la forma che si possiede, così come eliminare elementi sacrificabili come cornici, cornici, porte …
Questo sfrutta ogni angolo e illumina visivamente il tutto.

 piccoli lavabi, senza lavabo, specchio, appendiabiti, doccia. 5. Mobili a parete bassa adattati allo spazio

5. Mobili sospesi adattati allo spazio

Se si dispone di un bagno molto stretto, ad esempio, è possibile optare per un lavabo stretto e un mobile lavabo che si estende lungo l’intera parete disponibile. Sfruttare al massimo la superficie senza invadere lo spazio centrale ridotto.

 portasciugamani da bagno con spugna rimovibile per il bagno. 6. Cassetti e armadi senza maniglie (e senza porte)

6. Cassetti e armadi senza maniglie (e senza porte)

L’obiettivo non è altro che impedire loro di sporgere dai mobili, e quindi di alleggerire lo spazio ed evitare possibili colpi quando si muove intorno al bagno. I sistemi per l’apertura dell’unghia e la pressione, cioè quelli che si aprono quando si preme con la mano, si adattano perfettamente.

 guadagna spazio per riporre lo specchio del bagno. 7. Armadi con specchio

7. Armadietti a specchio

Gli armadietti a specchio ti permettono di avere due elementi in uno e di risparmiare spazio. Con soli 10 centimetri di profondità, hai abbastanza per trovare cosmetici e prodotti per l’igiene ogni giorno. E la superficie a specchio, inoltre, moltiplica la luce e il senso di spaziosità con il suo riflesso.

 portasciugamani a specchio a parete libera con lavabi piccoli. 8. Specchietti Maxi e frameless

8. Specchi maxi e frameless

Un’altra opzione infallibile per espandere visivamente lo spazio è optare per grandi specchi frameless che coprono grandi sezioni di muro o addirittura intere pareti, come in questo caso. La sua superficie riflette luce e spazio dando una sensazione di maggiore ampiezza.

 piccoli mobili da bagno sotto il lucernario esente da lavabo. 9. Colori chiari e luminosi

9. Colori chiari e luminosi

La scelta del colore è uno strumento indispensabile per dare una sensazione di spaziosità con gli stessi metri disponibili. Il bianco, il beige, il crudo, il luminoso, rilassato e combinato senza stridori riflettono la luce e fanno sembrare lo spazio più grande. Se, inoltre, utilizzi lo stesso materiale per coprire le pareti e il pavimento, l’effetto viene moltiplicato. Ma scegliete le tessere piccole, dal momento che il formato grande nana visivamente.

 piccoli lavabi esenti. 10. Elementi sospesi

10. Elementi sospesi

I lavabi esenti, i mobili sospesi e gli impianti sanitari sono più leggeri visivamente e mantengono il pavimento libero, il che facilita la pulizia (qualcosa di essenziale nel lavandino).

 piccoli bagni con doccia fanno lo specchio per i lavabi a specchio. 11. Separatori ed elementi in vetro

11. Separatori e elementi in vetro

Se si opta per separazioni, schermi e persino controsoffitti in vetro, come qui, si avrà uno spazio molto più chiaro, più chiaro e ben suddiviso in zone senza perdere alcuna luce, il che contribuisce a dare un maggiore senso di spaziosità.

 piccolo radiatore scaldasalviette da bagno. 12. Radiatore scaldasalviette, un perfetto due in uno

12. Radiatore scaldasalviette, un perfetto due in uno

Il portasciugamani riscaldato è un elemento ideale per riscaldare il bagno e lasciare gli asciugamani allo stesso tempo. Tieni presente che ci sono mini modelli, con una sola barra orizzontale, e che l’elettrico può essere installato senza riscaldamento in tutta la casa o facendo lavori.

 piccoli servizi igienici sospesi. 13. Conservare in verticale

13. Store dritta

Approfitta di mobili e pareti vuote per appendere ganci, organizer in tessuto, armadi e scaffali che raggiungono il soffitto, oppure puoi persino appoggiare un muro morto su una vecchia scala in legno per posizionare asciugamani o cestini dove lasciare articoli da toilette e accessori.

Foto via El Mueble

 piccoli lavabi freestanding su rubinetto specchio da appoggio. 14. Raccordi minimalisti

14. Rubinetteria minimalista

Se hanno un’estetica raffinata, occuperanno meno visivamente anche se sono modelli di grandi dimensioni. Per il lavandino, scegli un rubinetto a leva singola, che occupa meno, e se c’è una possibilità che lo si inserisca nel muro, è possibile collegare il lavandino al muro e si otterrà circa 10 centimetri di controsoffitto.

 piccoli bagni doccia finestra lavabo mobile sottoservizio. 15. Distribuisci bene e vincerai

15. Distribuisci bene e vincerai

Se stai pensando di riformare il bagno, posiziona gli elementi in modo razionale e lasciando spazio per circolare e accedervi. Non mettere il bagno dietro la porta d’ingresso, ad esempio, perché lo troverai molto scomodo al momento dell’uso.

Foto via El Mueble


I bagni piccoli rappresentano una delle più grandi sfide nella decorazione di una casa . Da un lato, non possiamo fare a meno di alcuni elementi di base: toilette, lavandino, bagno … E dall’altro abbiamo i metri che abbiamo, non uno di più né uno di meno.

How aggiustalo? Sfruttando al massimo l’ultimo millimetro di superficie disponibile e sfruttando alcuni trucchi come quelli che proponiamo di rendere il tuo bagno più grande senza perdere nessuno dei suoi servizi.

1. Porte scorrevoli e finestre

Le porte scorrevoli sono una delle migliori soluzioni per guadagnare metri in piccole stanze. Distribuendo la superficie che una porta convenzionale deve aprire e chiudere, è possibile sfruttare tutto lo spazio disponibile. Inoltre, è possibile collocarne uno senza la necessità di eseguire lavori, optando per una porta scorrevole con guida esterna.

Allo stesso modo, se il tuo bagno ha finestre, scegli quelle scorrevoli o inclinate, sono i due sistemi che occupano meno quando vengono aperti. In questo modo puoi posizionare i ripiani sui lati della finestra se hai bisogno di guadagnare spazio di archiviazione.

2. Doccia al posto della vasca

La vasca non solo occupa molto spazio, ma è molto meno sostenibile se si fa il bagno invece di fare la doccia, e può dare problemi ad entrare e uscire dalle persone con ridotta mobilità

Quindi, sostituendolo con una doccia o una piattaforma di lavoro, non solo guadagna superficie, ma anche contribuirai alla protezione dell’ambiente e alla rimozione delle barriere architettoniche nel caso in cui Alcuni membri della famiglia hanno difficoltà a spostarsi (a causa di una convalescenza, disabilità, età avanzata …).

3. Interrompere il bidet

Il bidet è uno dei servizi igienici che può essere utile, ma non essenziale. Se lo usi poco o mai, una buona idea è di fare a meno e approfittare dello spazio liberato per collocare un’unità di memoria, per esempio.

Inoltre, non devi rinunciarci radicalmente, dal ci sono i bidoni di plastica portatili che sono posti sul sedile del water solo quando ne hai bisogno.

4. Strutture di lavoro, versatili e personalizzate

Le strutture di lavoro permettono di adattarsi allo spazio disponibile qualunque sia e avere la forma che hai, così come eliminare elementi sacrificabili come cornici, cornici, porte …

In questo modo, sfrutta ogni angolo e illumina visivamente il tutto, dando una sensazione molto più ampia.

5. Mobili sottoscocca adattati allo spazio

Se si dispone di un bagno molto stretto, ad esempio, è possibile scegliere un lavandino stretto e un mobile sotto la parete che percorre tutta la parete disponibile. In questo modo ottieni la maggior parte della superficie senza invadere il piccolo spazio centrale.

6. Cassetti e armadi senza maniglie (e senza porte)

L’obiettivo è nientemeno che per impedire loro di sporgere dai mobili, e quindi alleggerire lo spazio ed evitare possibili colpi quando si muove per il bagno. [19659067] I sistemi per l’apertura del chiodo e la pressione, cioè quelli che si aprono quando si preme con la mano, si adattano perfettamente.

  • Gli armadi aperti e senza porte permettono di fare a meno dello spazio che richiedono che questi si aprano e si chiudano.

 

7. Armadietti a specchio

Armadi a specchio ti permettono di avere due elementi in uno e di risparmiare spazio. Con solo 10 centimetri di profondità hai già abbastanza per localizzare cosmetici e prodotti per l’igiene quotidiana. E la superficie dello specchio, inoltre, moltiplica la luce e la sensazione di ampiezza con il suo riflesso.

8. Maxi e specchi senza cornice

Un’altra opzione infallibile per espandere visivamente lo spazio è optare per grandi specchi frameless che coprono grandi tratti di muro o anche intere pareti. Come nel caso degli armadietti a specchio, la sua superficie riflette luce e spazio dando un maggiore senso di spaziosità.

9. Colori chiari e luminosi

La scelta del colore è uno strumento indispensabile per dare un senso di spaziosità con gli stessi misuratori disponibili.

  • Il bianco, beige, grezzo, luminoso, rilassato e combinato senza colori stridenti riflettono la luce e ingrandisci lo spazio.
  • I rivestimenti trasparenti hanno lo stesso effetto. Se, inoltre, utilizzi lo stesso materiale per coprire le pareti e il pavimento, l’effetto viene moltiplicato.
  • Scegli tessere piccole, dal momento che le tessere di grande formato nano visivamente.

10. Elementi sospesi

  • Lavelli da appoggio e modelli da appoggio. Se sospesi o supportati sul piano di lavoro, sono più leggeri a livello visivo e non riducono lo spazio per i mobili sotto il lavandino.
  • Mobili volanti. I mobili sospesi, che non toccano il pavimento, sono anche più leggeri e mantengono pulito il pavimento, il che facilita la pulizia (qualcosa di essenziale in bagno).
  • Servizi igienici sospesi. È possibile optare per servizi igienici sospesi e compatti, fino a 6 cm di profondità in meno. Occupano lo spazio minimo richiesto e, come nel caso dei mobili volanti, alleggeriscono e consentono una facile pulizia.

11. Separatori ed elementi di vetro

Se si opta per separazioni schermi e persino controsoffitti in vetro, si avrà uno spazio molto più chiaro, più chiaro e ben suddiviso in zone senza perdere alcuna luce, il che contribuisce a una maggiore sensazione

Se vuoi che le diverse aree create siano più protette, puoi optare per i cristalli acidi, che salvaguardano la privacy senza sottrarre quasi la luce.

12. Radiatore scaldasalviette, un perfetto due in uno

Il radiatore scaldasalviette è un elemento perfetto per riscaldare il bagno e lasciare gli asciugamani allo stesso tempo. Tieni presente che ci sono mini modelli, con una sola barra orizzontale, e che quelli elettrici possono essere installati senza riscaldamento in tutta la casa o lavori.

13. Negozio in posizione verticale

Approfitta dei mobili e delle pareti vuote per appendere appendini, organizer in tessuto, armadi e scaffali che raggiungono il soffitto oppure puoi appoggiare su un muro morto una vecchia scala in legno metti asciugamani o cestini dove lasciare da toeletta e accessori.

14. Rubinetti minimalisti

Se hanno un’estetica raffinata occuperanno meno visivamente, anche se sono modelli di grandi dimensioni.

  • Per il lavandino, scegli un rubinetto a leva singola, che occupa meno, e se c’è una possibilità che lo inserisca nel muro, è possibile collegare il lavandino al muro e si otterrà circa 10 centimetri di controsoffitto.
  • Per la doccia, decantare anche per un encastrado se si desidera un grande spruzzatore. Quando è a filo del tetto, difficilmente peserà visivamente.

15. Distribuisci bene e vincerai

Se stai pensando di riformare il bagno, metti gli elementi in modo razionale e lasciando spazio per farli circolare e accedervi. Non mettere il bagno dietro la porta d’ingresso, ad esempio, perché lo troverai molto scomodo.

E se quello che ti serve è porre fine al caos che di solito regna in questa stanza, ti diamo tutto chiavi per ordinare il bagno e tenerlo a bada.

Consigli pratici: 20 idee di decorazione fai-da-te

20 idee di decorazione fai-da-te che riescono su Internet e puoi farlo

Decorare con i pallet

I pallet – le piattaforme di legno su cui sono collocati i prodotti pesanti – sono uno degli elementi principali della decorazione fai-da-te (fai da te, fai da te) perché danno molto Gioco con pochissimo sforzo e con pochissimi soldi.
Uno dei classici è quello di fare un divano con loro. Devi solo pulirli e dipingerli o trattarli con un protettore di legno. Metti su loro stuoie e cuscini. E pronto.

Via El Mueble

 idee faij pallido vajillero. Scaffali e unità di visualizzazione

Scaffali e unità di visualizzazione

Non devi fare altro che appoggiare il pallet o appenderlo alla parete e sfruttare la sua struttura per mettere scaffali o esporre oggetti. Qui, ad esempio, viene utilizzato per visualizzare una collezione di lastre di ceramica che poggiano sul pallet e stanno in piedi con l’aiuto di vecchi chiodi di ferro, che accentuano l’aria rustica e vintage.

Vía El Mueble [19659009] idee fai da te piantatrice. Fioriere ” class=”lazyload lazyload” data-aspectratio=”600/900″/>

Fioriere

Un altro uso diffuso dei pallet che attraversano la rete è come dei vasi da fiori. Qui serve come supporto per fioriere appese e portacandele. Ma puoi anche usare la struttura del pallet stesso, quando lo metti in verticale, per mettere vasi nello spazio che si trova tra la stecca di superficie e quella che lo fa stare in parallelo in basso.

Via Decoraciondeinteriores21.com

 idee fai da te mensole in legno2. Scatole di legno multiuso

Scatole di legno multiuso

Un altro oggetto che spazza su mobili fai-da-te su internet sono scatole di legno usate per trasportare frutta, bottiglie, conserve … L’unica cosa che dovete avere in considerazione al momento di decidere su un’opzione o un’altra è la coerenza della scatola in questione. Se è molto sottile e fragile, non reggerà molto peso … Qui le scatole sono state impilate verticalmente formando un “tetris” di scaffali multiuso ancorati al muro.

Via Deavita

 idee fai da te scatole di legno da scrivania1. Scrivania

Scrivania

Se le scatole sono forti e coerenti, un’altra opzione è quella di impilarne diverse, che renderanno le gambe della scrivania e le mensole. E per giunta, metti una tavola di legno, come qui.

Via Freshideen

 idee fai da te appendiabiti di ramajpg. Appendini pieni di spirito

Appendini pieni di spirito

Con un po ‘di immaginazione, quasi tutto può trasformarsi in un appendiabiti, come qui, dove un baule funge da bar per appendere le giacche nella hall. Per fissarli i ganci sono stati collocati su una barra da cucina.

Via El Mueble

 idee fai da te. Legno recuperato

Legno recuperato

Un pezzo di legno che trascina il mare sulla spiaggia della spiaggia può essere convertito in un appendiabiti aggiungendo hardware appeso.

Via Sustain My Craft Habit

 idee fai da te portariviste striscia di pelle. Idee con la pelle

Idee con la pelle

Un’altra opzione per appendere cose con un look super sofisticato è usare le strisce di cuoio (o riciclare vecchie cinture) come una rivista murale, per esempio.

Via Burkatron

 idee appendiabiti fai-da-te con anelli per tende. Accessori appendiabiti

Accessori appendiabiti

Oppure puoi anche prendere diversi cinturini in pelle che tengono alcuni anelli per tende e avrai un bel gancio per le sciarpe e altri accessori.

Via Craftscurator.com

 idee fai da te appendiabiti in legno. Scale

Scale

Ogni scala con un po ‘di fascino può essere riutilizzata come un portasciugamani in bagno o come un beau di notte vicino al letto, per esempio.

Via Piccolo barattolo di vetro

 idee fai-da-te tubi sospesi. Attaccapanni in rame

Attaccapanni in rame

Anche i tubi di rame possono essere utilizzati come asta per appendere asciugamani o altri accessori con l’aiuto di corde e un po ‘di immaginazione.

Via Rom 123

 idee swing fai da te. Mensole pensili

Mensole pensili

Su Internet distruggono tutti i tipi di mensole pensili a base di corde e ripiani in legno come questo. Hai solo bisogno dell’elemento che farà la mensola, corde forti e ganci o altri sistemi per ancorare al muro o al soffitto.

Via Facilisimo

 idee diy tavolino da salotto tavolino. Foglio per tronco

Foglio per tronco

Qui abbiamo usato due fogli di tronco per fare un ripiano sospeso, da un lato, e uno sgabello o un tavolino, dall’altro, aggiungendo le gambe al tronco.

Via de.dawanda.com

 idee fai da te scatole con lo spago. Storage extra chic

Storage extra chic

Con l’aiuto di un cavo rustico, puoi trasformare scatole di cartone e persino contenitori in elementi di archiviazione aggiuntivi. Un’idea che, oltre ad essere semplice, sostenibile ea basso costo, è piena di fascino.

Via Postris

 idee fai da te con presine in stagno e pinzette. Coca-pentole o portacandele

Coca-pentole o portacandele

Una delle possibilità che la decorazione fai-da-te offre è quella di sfruttare gli sprechi oi materiali in disuso e dargli una nuova vita. Qui avete alcune lattine di tonno trasformate in vasi di fiori o candelabri che circondano il perimetro con mollette da bucato, e al centro la piccola pianta o una candela per il tè.

Via Postris

 idee fai da te tavolino idraulico piastrella. Riciclaggio di piastrelle

Riciclo di piastrelle

Le vecchie piastrelle decorate possono rinascere come tavolini da caffè. Un’altra opzione è quella di mettere un feltro nella base in modo che non graffiano e li usano come tovaglietta, base per vasi …

 idee fai da te trivets corks1. Tappi di sughero versatili

Tappi di sughero versatili

Con i tappi di sughero delle bottiglie di vino puoi fare praticamente tutto. Qui, ad esempio, un tappetino da tavolo, attaccato con colla a un modello di tappi.

 idee fai da te minimacetas sughero. Mini pentole

Mini pentole

Un’altra idea super originale che scorre attraverso la rete per riutilizzare i tappi di sughero è quella di fare mini pentole e, se aggiungi un magnete, come qui, servono per riempire la porta del tuo frigorifero con la natura , per esempio.

Via La huertina de Toni

 idee diy lampara flanera. Lampade con fascino

Lampade con fascino

Le flanere, le vecchie conserve o molti elementi di utensili in disuso possono servire come paralumi.

 idee diy bicchieri di plastica lamp2. La classica lampada a bicchiere di plastica

La classica lampada a bicchiere di plastica

E se hai bicchieri di plastica di ricambio per una festa, puoi lanciarti per creare la tua lampada di plastica, un vero classico del fai-da-te che devastante su internet e per il quale hai solo bisogno di bicchieri di plastica attaccati con graffette, graffette o colla

Via Easy Crafts


Decorare con pallet

I pallet – le piattaforme di legno su cui sono posizionati i beni pesanti – sono uno degli elementi stellari della decorazione fai-da-te (fai da te, fai da te) perché danno molto gioco con pochissimo sforzo e con pochissimi soldi.

  • Divani. È un classico del riutilizzo dei pallet. Devi solo pulirli e dipingerli o trattarli con un po ‘di olio di legno o vernice in modo che non si deteriorino. Metti su loro stuoie e cuscini. E pronto.
  • Letti. Consiste nel fare lo stesso del caso precedente. Ma con un materasso più consistente che consente un sonno ristoratore. Ideale per soffitte, stanze per gli ospiti, case estive …
  • Scaffali e espositori. Devi solo supportarlo o appenderlo al muro e sfruttare la sua struttura per mettere scaffali o esporre oggetti. Nel nostro caso, l’abbiamo usato per esporre una collezione di piatti in ceramica, che poggiano sul pallet e stanno in piedi con l’aiuto di vecchi chiodi di ferro, che accentuano l’aria rustica e vintage.
  • Fioriere. Un altro degli usi più diffusi dei pallet che attraversano la rete è come i vasi da fiori. La stessa struttura del pallet, quando lo metti in verticale, lascia uno spazio tra l’asse della superficie e quello che lo fa stare in parallelo sotto che permette di tenere i vasi. Un’altra opzione, come quella che vi mostriamo, è di fungere da supporto per fioriere appese e portacandele appesi.
  • Tavolini da caffè. È l’altro classico dei mobili fai-da-te basato su pallet. Puoi metterlo direttamente di fronte al tuo divano, uno o più stack, o mettere alcune ruote in ogni angolo e così puoi spostarlo facilmente.

Scatole di legno multiuso

Un altro oggetto che devasta i mobili fai-da-te su internet ci sono le scatole di legno usate per trasportare frutta, bottiglie, conserve … L’unica cosa che deve essere presa in considerazione quando si decide su un’opzione o un’altra è la consistenza della scatola in questione. Se è molto fine e fragile, non reggerà molto peso …

  • Scaffali. Accatastando diverse scatole verticalmente, come nell’immagine della galleria, puoi creare un “tetris” di scaffali multiuso per mettere libri, usando briglie, graffette, ganci … Se vuoi evitare questo fastidio, puoi scegliere un singolo linea di scatole lungo un intero muro, come se fosse un singolo ripiano basso.
  • Desktop. Se le scatole sono forti e coerenti, un’altra opzione è quella di impilarne diverse, che renderanno le gambe della scrivania e le mensole. E per giunta, metti una tavola di legno come nell’immagine della galleria.
  • Conservazione extra. Devi solo aggiungere alcune ruote alle scatole e sono usate per riporre le cose sotto il letto, il divano …

Tutti questi elementi possono anche essere realizzati con scatole di plastica colorate finché sono forti e resistente

Appendini pieni di ingegno

Con un po ‘di immaginazione, praticamente tutto può diventare un gancio. Dalle vecchie posate, alle ruote dei pattini, alle bambole del biliardino …

  • Trunks and branches. Puoi usarli come appendiabiti o come bar per appendere giacche nella hall.
  • Legni recuperati. Un pezzo di legno che trascina il mare sulla spiaggia della spiaggia può essere convertito in un appendiabiti aggiungendo alcuni elementi di sospensione.
  • Idee con pelle. Un’altra opzione per appendere cose con un look super sofisticato è usare strisce di cuoio (o riciclare vecchie cinture) come una rivista a muro o per appendere sciarpe e altri accessori con l’aiuto di anelli per tende
  • Scale. Per esempio, qualsiasi scala con un po ‘di fascino può essere utilizzata come porta asciugamani nel bagno o come galante di notte vicino al letto, ad esempio
  • Tubi di rame. Anche i tubi di rame possono essere usati come una barra per appendere gli asciugamani o altri accessori con l’aiuto di corde e un po ‘di immaginazione.

Mensole pensili

Su Internet distruggono tutti i tipi di mensole pensili con corde e scaffali in legno, lenzuola o persino skateboard riciclati. Hai solo bisogno dell’elemento che farà ancorare alla parete o al soffitto uno scaffale, corde forti e ganci o altri sistemi.

Magazzino extra super chic

Con l’aiuto di un cavo rustico, puoi trasformare scatole di cartone e persino cibo in scatola in elementi di archiviazione extra. Un’idea che, oltre ad essere semplice, sostenibile ea basso costo, è piena di fascino

Dare una nuova vita ai materiali in disuso

Come nella maggior parte delle idee che abbiamo visto, una delle possibilità offerte dal La decorazione fai-da-te consiste nell’utilizzare materiali di scarto o in disuso e dar loro una nuova vita. Quindi, oltre a godere delle tue creazioni, hai l’orgoglio di contribuire alla conservazione dell’ambiente riutilizzando invece di buttare via. Ecco altri esempi:

  • Cocamata o portacandele con barattoli di tonno. Devi solo coprire l’intero perimetro con le mollette e mettere al centro una teiera o una candela.
  • Tavolino con piastrelle riciclate. Le vecchie piastrelle decorate possono essere trasformate in tavolini da caffè. Un’altra opzione è quella di mettere un feltro sulla base in modo da non graffiarlo e usarlo come tovaglietta, base per vasi …
  • Tappi di sughero per tutto. Con i tappi di sughero delle bottiglie di vino puoi fare praticamente tutto. Dai sottopentola ai mini-vasi, ai tappetini da bagno o alle tende.
  • Lampade affascinanti. Le flaneras, i vecchi barattoli o anche i bicchieri di plastica rimasti da una festa possono servire come paralumi.

Se ti piace decorare, non perdere tutti i nostri articoli decorativi.

Consigli pratici: Suggerimenti per risparmiare sul riscaldamento e ridurre la fattura

Suggerimenti per risparmiare sul riscaldamento e ridurre la fattura

 

Mito 1. Spegnere la caldaia consuma più di lasciarla sempre accesa
Anche se è vero che quando riaccenderemo nuovamente il riscaldamento avremo un picco di consumo, a lungo termine, chiudendolo quando non ne abbiamo bisogno rappresenta un notevole risparmio. Attivare solo le ore in cui si è e spegnerlo ogni volta che si lascia per essere assente diverse ore e di notte, poiché quando si è sdraiato e avvolto non è necessario. Solo in zone molto fredde può essere un risparmio per farlo sempre, abbassando la temperatura durante la notte o quando sei fuori

Mito 2. Un grado più o meno ha quasi nessun effetto sulla fattura

Ogni grado conta. Per abbassare un grado la temperatura presuppone un risparmio compreso tra il 7% e l’11% dell’energia. Secondo uno studio dell’Ufficio Verde dell’Università di Saragozza abbassa la temperatura a 16 o di notte rappresenta un risparmio del 13% rispetto a quello che accadrebbe se mantenere una temperatura costante di 20 o . E se lo spegni durante la notte, il risparmio è totale

Mito 3. Impostazione troppo alta della temperatura per riscaldare la casa in precedenza

Sei spesso nell’errore di impostare il termostato ad una temperatura molto elevata in modo che la casa si riscalda al più presto. Ma non è così. Non ci vorrà molto più a riscaldarsi e l’unica cosa che avrai è per aumentare il prezzo della fattura

Inoltre, per regolare il consumo, l’ideale è che ogni stanza della casa abbia la temperatura che corrisponda a essa

  • Nella sala è sufficiente metterlo a 20 o perché è un luogo dove di solito ci si siede senza muoversi. cucina, a 17- o poiché siamo in movimento e là abbiamo cucinare, ci sono incendi ecc.
  • E nelle camere dove quasi non entrate potete lasciarlo completamente sconnesso

Mito 4. Non importa dove sono collocati i radiatori

Quanto al contrario. A seconda di dove li metti, puoi usare più o meno il calore che offri e che influenza la tua tasca. È meglio posizionarli sotto le finestre, poiché l’aria che può entrare loro forma forme che contribuiscono al calore distribuito in tutta la stanza.

Mito 5. I pannelli solari non Sono utilizzati per il riscaldamento

Anche se è vero che l’energia ottenuta con pannelli solari viene utilizzata soprattutto per riscaldare l’acqua, il risparmio non è trascurabile. In acqua calda puoi risparmiare fino al 70% e nel riscaldamento del 40%

E se vuoi risparmiare di più, non perdere tutti i nostri trucchi per non perdere nemmeno un euro