Category Archives: Senza categoria

Senza categoria

L’outfit giusto per ragazze basse e magre

Published by:

Se sei bassa e minuta, ci sono alcune dritte da seguire per valorizzare la tua silhouette: scoprile con noi

Natalie Portman, Reese Witherspoon, Rachel Bilson. Cosa accomuna queste splendide dive di Hollywood? Semplice: il fatto di avere un fisico minuto e una statura che non supera l’1.60. E con loro tantissime altre attrici e cantanti di fama internazionale. Se sei bassa e magra, dunque, sei decisamente in buona compagnia. Ma come valorizzare al meglio le silhouette mignon?

Asos Petite. Se siete tra le nottambule ossessionate dallo shopping online questa è la destinazione in formato mignon che fa per voi. Oltre ad aver lanciato di recente Asos Sposa, il colosso dell’e-commerce offre alle sue clienti anche la sezione Asos Petite, linea creata appositamente per le donne minute. Provato per voi: le proporzioni dei maxi-dress sono perfette.

Vivace e audace

Un consiglio ovvio che però è bene ricordare: evita il total black, snellisce e non ti farebbe un favore. Le donne molto magre sono fortunate per una cosa: possono osare tutte le stampe e i colori vivaci che vogliono! E allora bando alla timidezza!

Scegli i pantaloni giusti

Le ragazze magre amano spesso indossare i jeans skinny, principalmente perché possono permetterselo. Eppure è bene non esagerare, quando si è molto sottili: un paio di pantaloni a sigaretta è molto meglio, per non parlare di quanto sia molto più chic.

pantaloni a zampa, molto amati o molto odiati, sono comunque una buona idea, se ami il genere: accentuano l’attenzione sulla parte bassa delle gambe, minimizzando dei fianchi forse troppo piatti. Attenta alla statura però: se sei molto magra ma anche minuta, forse è meglio rivolgerti ai consigli pensati apposta per te!

ABITI E GONNE

Prediligi linee dritte e pulite, ossia senza troppe balze, volant e inserti a contrasto. Meglio evitare i maxi dress e le gonne lunghe che accorciano e puntare invece su abiti e gonne sopra il ginocchio dalla resa super chic.

Anche per quanto riguarda le stampe, occorre fare attenzione a non eccedere con fantasie troppo vivaci che tendono a rimpicciolire. Perfette le righe verticali che creano un effetto ottico che allunga la figura.

Usa gli strati

Il layer look, vestirsi a strati, è molto consigliato soprattutto perché aggiunge volume dove serve. E poi nelle stagioni fredde fa anche comodo…
La lana, la pelle, e tutti i loro simili sono adatti ai tuoi look a strati, ovviamente dosando bene i materiali e non creando troppi mix! Insomma, anche alle donne magre è comunque richiesto un certo senso della misura.

Zalando Petite. «Abbiamo aggiunto delle nuove sezioni come “Petite” per le donne minute, “Taglie Comode” e “Moda Premaman” proprio per dare questo segnale: la nostra cliente è qualsiasi donna del mondo. Per me un messaggio importantissimo». Questo è ciò che Dalbir Bains, vice-presidente della moda donna di Zalando, ci aveva raccontato a proposito dell’evoluzione del mercato del fast fashion e del futuro dell’e-commerce. Voilà: anche il colosso tedesco dello shopping online fondato nel 2008 da David Schneider e Robert Gentz con sede centrale a Berlino ha una sezione che accorpa tutti i brand che realizzano capi pensati per le donne mignon.

SCARPE

Le donne “taglia petite” commettono spesso l’errore di scegliere tacchi e plateau vertiginosi per compensare, ma ottengono l’effetto opposto creando troppa sproporzione.

Meglio scegliere scarpe dal tacco più discreto, per slanciare la figura ma senza esagerare.

Attenzione anche agli stivaletti alla caviglia e agli stivali sopra il ginocchio che riducono le proporzioni: la via di mezzo anche in questo caso è la soluzione più adatta.

Le cose che devi assolutamente evitare:

  • Tessuti troppo stretti o troppo larghi
  • Jeans troppo stretti
  • Scollature a V
  • Total black
  • ​Abiti che pendono troppo​
Senza categoria

ll make up per la pelle grass

Published by:

Hai la pelle grassa e non sai mai come truccarla? Ecco alcuni consigli di make up che faciliteranno la tua beauty routine. Scoprili tutti!

Truccare la pelle grassa o mista può essere una vera scocciatura, specialmente in estate, quando si tende a sudare di più.

Spesso le ragazze con questo problema hanno difficoltà a realizzare una buona base, temendo che questa coli e si sciolga nel giro di poco tempo.

Ma con le giuste accortezze è possibile realizzare una base viso perfettamente opaca e duratura!

Certo, i rimedi naturali per la pelle grassa sono molti, tuttavia è necessario imparare a convivere con una parte delle conseguenze di questo problema che nasce dall’eccesso di sebo e di scegliere i prodotti di conseguenza, partendo dalla crema viso specifica per arrivare al make up.

Innanzitutto, il focus principale va alla skincare: detergenti specifici, dispositivi per la pulizia della pelle come Clarisonic e creme sebo-regolatrici saranno i tuoi migliori amici. Successivamente procedi con fondotinta appositamente studiati per adattarsi al tipo di pelle senza ostruire i pori e ciprie leggere ed impalpabili in grado di assorbire l’oleosità e opacizzare l’incarnato.

Ricordati di portare con te in borsetta una cipria ready-to-go per opacizzare le zone che tendono a lucidarsi maggiormente durante la giornata.

Veniamo quindi al fondotinta, la vera nota dolente! Trovare il fondotinta adatto alla propria pelle non è affatto semplice!

Se la nostra pelle è piuttosto bella e non ha grosse imperfezioni da nascondere, sicuramente il fondotinta minerale farà al caso nostro: essendo infatti composto da polveri minerali, opacizzerà la pelle a lungo e la lascerà respirare.

Ma se la copertura leggera del fondo minerale non fosse sufficiente per noi? In questo caso è indispensabile utilizzare un fondotinta liquido, che garantirà una copertura perfetta ed un incarnato uniforme.

La scelta qui è molto personale ma sicuramente è indispensabile che il fondotinta che scegliamo sia oil-free e long-lasting. Ogni casa cosmetica ne propone almeno uno, dovete solo trovare quello che fa al caso vostro

Una volta al giorno, procedi con una pulizia del viso più profonda grazie ai dispositivi come Clarisonic, progettati con la tecnologia Sonica brevettata di ultima generazione. Le sue 300 micro oscillazioni al secondo garantiscono una pulizia delicata ma al tempo stesso efficace, adatta anche alle pelli più sensibili.

Senza categoria

Labbra da baciare

Published by:

Le labbra sono il simbolo della sensualità e della femminilità per eccellenza. Per questa ragione tutte le donne vorrebbero avere sempre delle labbra perfette, belle da vedere e da baciare.

Vediamo in questa guida come prendersi cura della propria bocca e come usare il make-up senza commettere errori.

Sensuali e cattura-sguardi, le labbra sono una delle parti più femminili del nostro corpo: pensa solo all’attenzione che si dà loro cercando di renderle più grandi, più turgide, più carnose (a volte fin troppo).
E se il troppo stroppia, curarle e prestare attenzione al loro aspetto è una buona abitudine anche se spesso ci limitiamo a una passata di rossetto o, al massimo, di balsamo.

Sai, ad esempio che prima di stendere il rossetto è fondamentale idratare le labbra con un balsamo specifico? Applicato con leggeri massaggi del polpastrello per farlo penetrare a fondo, migliora soprattutto il comfort dei lipstick coprenti a lunga durata, che contengono un’alta percentuale di pigmenti colorati.

Se invece sole e vento sono causa di secchezza e noti antiestetiche pellicine, c’è bisogno di nutrirle. Un rimedio d’emergenza? Passa sulla loro superficie uno spazzolino da denti (con setole morbide) impregnato di burro cacao o di crema nutriente.

  • Per chi ha le labbra sottili.

Se avete le labbra molto sottili ed allungate evitate di utilizzare rossetti e lucidalabbra troppo scuri. Anche se apparentemente le nuance scure potrebbero aiutare la bocca ad apparire più voluminosa, purtroppo l’effetto che si ottiene è esattamente quello contrario.

  • Per chi ha le labbra carnose.

Le labbra carnose sono belle al naturale. Se proprio volete truccarle, optate per un colore neutro o per un gloss scintillante.

Per avere delle labbra a prova di bacio è indispensabile occuparsi anche della zona contorno! Prendete una pinzetta e rimuovete i peletti in eccesso. Appena avete terminato, applicate una crema idratante sulla pelle per lenire eventuali rossori.

Dopo gli step preparatori, è arrivato il momento del trucco labbra. Ricordate che potete apporfittarne per camuffare le piccole imperfezioni come leggere asimmetrie. Disegnate il profilo con una matita per le labbra dalla nuance tenue: è importante usare tratti leggeri!

  • Per evitare sbavature.

Un buon rimedio contro le fastidiose sbavature è contornare le labbra con una matita prima dell’applicazione del rossetto.

  • Per un rossetto più duraturo.

Un trucchetto che molte fan del make-up già conosceranno consiste nel riporre il rossetto o il gloss nel frigorifero, soprattutto in estate. Il rossetto durerà di più ed il colore sarà più vivace e fresco.

Trucco labbra: consigli per scegliere il rossetto giusto

Per rendere la bocca più bella, esistono molti prodotti, quindi avrai un’ampia scelta:
– i gloss colorati: illuminano le labbra ma hanno scarsa tenuta.
– i gloss trasparenti: l’effetto è molto naturale e la bocca risulta più carnosa.
– i rossetti opachi: durano a lungo e danno al trucco un tocco vellutato estremamente sofisticato.
– i rossetti lucidi: creano un colore intenso e luminoso e sono molto coprenti.
– i rossetti perlati: rendono il sorriso scintillante grazie ai bei riflessi perlati.

Se volete far apparire le labbra più carnose, applicate un rossetto più scuro sugli angoli e uno più chiaro sulla parte centrale. Completate con un gloss trasparente. Al contrario, per farle apparire più sottili, usate un rossetto opaco dalla nuance scura.

Senza categoria

Moda per le serate estive in riva al mare

Published by:

Finalmente le tanto meritate vacanze! Ma cosa metto in valigia?

Sicuramente costumi – tanti, tantissimi -, ciabatte, pareo, teli, occhiali, cappelli, abbigliamento comodo da spiaggia e qualcosa di pratico, ma allo stesso tempo trendy per la sera. E qui viene il bello… eh sì, perché non è per niente facile aprire l’armadio e scegliere i capi da indossare fra 3/4/5 giorni, senza sapere con precisione quale sarà la location in cui trascorrerai le tue serate vacanziere.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’estate è la stagione in cui tutto ha un sapore… più dolce. Gli incontri sono favoriti dal senso di leggerezza che questo periodo dell’anno conferisce e, per approfittarsi di tutto ciò, si organizzano feste in spiaggia. Il dress code per un party in spiaggia è ovviamente differente dagli outfit che siamo soliti proporre in altre occasioni. Vediamo allora cosa è il caso di indossare per una festa in spiaggia.

  • La soluzione più semplice è trasformare il costume intero in un body. Tante le versioni con cui si può giocare: più casual abbinato agli shortship-hop con gioielli multicolor, elegante con maxi cardigan. Il bikini si trasforma in top per uno stile vivace e brioso. Anche in questo caso, sono molte le scelte: classico con il total denim, sportivo con i dettagli in rete e romantico con micro gonna.
  • SHORTS: In assoluto, gli shorts sono il capo dell’estate 2017. Preferibilmente di jeans – così calzano a pennello su tutto -, si abbinano con estrema facilità a T-Shirt, top o anche solo al bikini che hai indossato di giorno in spiaggia e che non hai fatto in tempo a cambiarti per l’aperitivo organizzato all’ultimo momento. Inutile che ti diciamo di guardarti allo specchio prima e di fare i conti con la tua fisicità, perché se è vero che tutti siamo liberi di vestirci come vogliamo e che qualche chilo in più non deve per niente essere demonizzato, è altrettanto vero che dobbiamo imparare a valorizzarci anche attraverso l’abbigliamento. Se lo specchio ti suggerisce un no secco per gli shorts, opta per altro.
  • Vi consigliamo vivamente di indossare qualcosa di super colorato in stile con gli anni 80, abbinamenti di colori forti e vitaminic oppure potete optare per il look animalier e qui, per una volta tanto, potrete esagerare. Un party in spiaggia è una festa divertente, fresca e frizzante dove gli eccessi sono ben accetti anzi, per meglio dire, l’importante è farsi notare. Quindi cercate di indossare qualcosa di comodo che vi permetta di farvi sentire a vostro agio, il divertimento verrà da sé!
  • TOP: I top coloratissimi, leggeri, che lasciano la pancia scoperta o meno – a seconda dei gusti e delle possibilità -, sono il must have per eccellenza della nightlife estiva. Indossati con shorts, mini, o anche gonne lunghe fanno sempre il loro figurone.
Senza categoria

Tutti gli errori beauty che non sai di commettere!

Published by:

Ogni giorno commettiamo errori di bellezza del tutto inconsapevolmente, ma che possono crearci diversi problemi.

Spesso infatti continuiamo con le abitudini prese in estate ben oltre il tempo consigliato e così facendo ci ritroviamo a commettere degli errori beauty davvero imperdonabili!

A volte lo facciamo per pigrizia, altre perché proprio non conosciamo la “procedura” esatta, ma se con l’arrivo dell’autunno facciamo il cambio di stagione per quanto riguarda il nostro guardaroba, dobbiamo farlo che per abitudini e prodotti beauty.

  1. SALTARE L’IDRATAZIONE. Anche se fa caldo e abbiamo la sensazione che la nostra pelle non necessiti di idratazione, saltare lo step della crema idratante è uno degli errori beauty estate più gravi.
  2.  Non usare i pennelli giusti. Quello di non usare i pennelli adatti al cosmetico che si sta stendendo in viso è uno degli errori più comuni. Molto spesso, infatti, per gli ombretti ci si limita ad utilizzare i pennellini in dotazione nel prodotto, mentre le ciprie, il fard e le terre vengono applicati un po’ a casaccio. Niente di più sbagliato! Facendo così si rischia di combinare solo pasticci, perchè i colori non vengono sfumati bene. Molto meglio investire una piccola somma in pennelli che sanno fare bene il loro lavoro.
  3. Mettere un colore sbagliato di fondotintA. Il fondotinta deve essere di almeno mezzo tono più chiaro della carnagione ma molte di noi lo ignorano e il risultato è il terribile effetto mascherone.
  4. USARE PRODOTTI O FARE TRATTAMENTI FOTOSENSIBILIZZANTI. Ci sono moltissimi prodotti fotosensibilizzanti con cui bisogna fare molta attenzione d’estate. Ad esempio, le creme specifiche contro i brufoli che agiscono in modo localizzato spesso non possono essere usate quando la pelle viene esposta al sole perché causano macchie e irritazioni.
  5. AUTOABBRONZANTE ADDIO. Non importa se vi vedete meglio abbronzate, con l’arrivo dell’autunno l’autoabbronzante deve tornare sepolto in un cassetto ed essere ritirato fuori l’anno dopo. Oltre che sembrare delle aliene venute dallo spazio (nessuno è abbronzato a novembre) l’autoabbronzante per la palle non è tutta sta botta di vita, per cui meglio cercare di non stressarla troppo.
  6.  Esagerare con le quantità. L’effetto mascherone è la conseguenza di errori di make up causati da inesperienza o cattiva luce. Un fondotinta troppo carico può però regalare molti anni in più al volto, così come uno strato di cipria troppo spesso ingessa i lineamenti. Anche con l’ombretto bisogna sapersi dosare: inutile truccare gli occhi con i glitter o con un viola acceso se si va a lavorare!
  7. Non cambiare mascara. Il mascara è il prodotto che dura meno del beauty case visto che scade già dopo un mese. Un errore è non cambiarlo e continuare ad usarlo anche quando inizia a fare grumi.
  8. ABBANDONARE IL COLORE. Soprattutto nel trucco, ma anche nell’abbigliamento, spesso commettiamo l’errore di pensare che i colori accesi siano appropriati solamente in estate. Non è assolutamente vero! Non commettete l’errore di utilizzare solamente colori neutri o naturali, il trend di stagione è quello del tocco di colore, per cui indossate un accessorio acceso, oppure date una marcia in più al make-up con un punto luce colorato sugli occhi o un eyeliner sgargiante.
Senza categoria

Vincere la fame nervosa

Published by:

Emozioni come stress, ansia, noia possono indurre una voglia continua di cibo: è la cosiddetta fame nervosa. Alle volte però la causa principale è un’altra. Quale?

Non si tratta di vera fame, ma di un problema psicologico

“Fame nervosa”: è così che chiamiamo comunemente quell’impulso che porta a consumare cibo in modo automatico e compulsivo. Si tratta di una fame non fisiologica ma dovuta a meccanismi “nervosi” ossia psichici. In particolare per Donatella si tratta di stati emotivi: tristezza, rabbia, disagio per le difficoltà lavorative. Il nervosismo si manifesta con una sorta di voracità, di esagerazione nella quantità e qualità dei cibi ingeriti: quando questo tipo di fame arriva, non si tende semplicemente a “mangiare”, ma ci si “abbuffa”, come scrive Donatella.

Cercare un contatto con un coach, una richiesta di aiuto a chi conosce già il problema, uscire e camminare sul corso principale della propria città, tra la gente, indossando l’abito più bello posseduto, magari dopo una seduta dal parrucchiere piuttosto che restare chiuse dentro casa per sfogare i propri nervosismi e le proprie tensioni sul cibo, visto come rifugio e mezzo per riempire un vuoto, può costituire un giusto rimedio.

Fare power walking in outdoor e guardarsi intorno, il cielo, il paesaggio, le chiacchiere con l’amica se si decide di uscire insieme, alza i livelli della serotonina e permette di liberare endorfine; un mix ideale per migliorare uno stato d’animo compulsivo verso il cibo.

Tutto che possa portarci “in esterno”. Esterno al nostro problema, esterno al nostro corpo, alle nostre sensazioni di ansia.

Il primo passo per affrontare il problema consiste nel capire quali sono i fattori scatenanti. Tieni un diario alimentare, prendendo nota di ogni cibo mangiato durante la giornata, dell’orario e dello stato d’animo in quel momento.

Accogli e osserva le tue emozioni profonde

Donatella si è accorta di due elementi molto importanti dei suoi attacchi di fame: primo, che l’abbuffata arriva quando si è in un certo stato emotivo (tristezza, rabbia, noia, ansia ecc.); secondo che la fame nervosa è come una forza che “la possiede”. L’attacco arriva dunque per placare quegli stati d’animo, perché la coscienza li avverte come tanto intollerabili da doverli in qualche modo cancellare o sedare. Ma in questo modo la coscienza è “posseduta”: per cambiar rotta occorre imparare a stare proprio in quegli stati emotivi che sono alla radice dell’abbuffata, a non usare il cibo per scappare via.

Quando senti arrivare l’attacco di fame fai un passo indietro e chiediti: che emozione sto provando? Puoi farti aiutare da carta e penna e scrivere come ti senti. Non per cercarne le cause – non serve a niente – ma per fargli spazio dentro di te.

integratori anti-fame nervosa – I più efficaci sono il magnesio (meglio in polvere dentro acqua tiepida, al bisogno), la rodiola e l’alga spirulina. Quest’ultima, grazie all’alto contenuto di vitamine, minerali e proteine vegetali, esercita un’azione equilibrante e anti-fame.

  • Integratori a base di Garcinia Cambogia (l’acido idrossicitrico in essa contenuto inibisce la formazione di acidi grassi, riduce la formazione di acidi grassi dai carboidrati, blocca l’accumulo di acidi grassi nel tessuto adiposo, riduce il colesterolo LDL dal sangue.) Agisce producendo termogenesi. Ed è un ottimo antiossidante per il suo alto contenuto di vitamina C.
  • Integratori a base di Griffonia: La Griffonia Simplicifolia è utile a mantenere i livelli fisiologici di serotonina e melatonina necessari per dominare gli STATI DI ANSIA e DEPRESSIONE, nonché tenere sotto controllo il DESIDERIO OSSESSIVO DI CIBO (precursore endogeno della serotonina5htp)

Segui la regola dei 5 pasti al giorno (colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena) che ti aiuta a frenare la fame nervosa. Evita però gli snack troppo dolci o salati che inducono a desiderare altro cibo e, al contrario, tieni a portata di mano alimenti ricchi di fibre come le verdure, i frullati e le centrifughe

 Trasforma la fame in desiderio e appagalo

Sostare negli stati d’animo significa imparare a sostenerli, ossia a “starci dentro”, lasciarsi attraversare, osservando e attendendo. Lo stesso vale per l’attacco di fame nervosa: se arriva, ma io sono capace di “stare lì con lui”, posso scoprire, per esempio, che in realtà non mi vuole portare verso il cibo, ma è semplicemente uno stato di desiderio indifferenziato che, se lo lascio “maturare”, si può trasformare in desiderio di qualcosa di preciso che non sia il cibo. Per fare un esempio, può favorire il sorgere di un’intuizione, di una nuova idea, può farmi venir voglia di fare una passeggiata, di telefonare a un amico, di vedere un film o leggere un romanzo… In altre parole può far nascere una nuova mentalità, una nuova consapevolezza. Insomma una “nuova psiche”. Ed è proprio questa nuova psiche l’unica che può vincere la fretta di spegnere l’emozione col cibo!

Senza categoria

Michael Kors acquista Jimmy Choo per 1 miliardo di euro

Published by:

Michael Kors ha deciso di acquistare Jimmy Choo, il marchio londinese di scarpe e accessori di lusso.

L’azienda di moda statunitense Michael Kors, dal nome dello stilista che l’ha fondata, ha comprato l’azienda di scarpe, borse e accessori di lusso Jimmy Choo per un 1,2 miliardi di dollari. Le vendite di Jimmy Choo, azienda britannica, sono calate negli ultimi anni, e l’obiettivo di Kors è farle superare il miliardo di dollari l’anno, diversificare l’offerta puntando anche alle calzature da uomo, e aprire a nuovi mercati come quello asiatico. Per comprare un paio di scarpe ci vogliono almeno 400 euro, ma si può arrivare anche a 1.500 euro.

Fondata circa vent’anni fa nel 1996 dall’omonimo designer di origine malaysiana e da Tamara Mellon, editrice di Vogue, Jimmy Choo, nota per le scarpe indossate nella serie Sex and the City e per essere stato uno dei marchi prediletti da Lady Diana, conta, peraltro, tra le sue clienti Michelle Obama, Kate Middleton, Nicole Kidman . Il brand di scarpe era stato messo in vendita lo scorso aprile dalla società d’investimenti tedesca Jab Luxury Holding, il gruppo guidato dalla famiglia tedesca Reimann che possiede il 70% del capitale ed era alla ricerca di un compratore per uscire dal segmento fashion.

Michael Kors ha lanciato un’offerta da 896 milioni di sterline, circa un miliardo di euro, con una transazione che prevede il pagamento in contanti di 230 pence per ogni azione: un premio del 36,5% rispetto al prezzo delle azioni prima che il processo di vendita fosse annunciato. Kors replica così alla mossa del rivale Coach Inc che all’inizio dell’anno aveva acquisito Kate Spade & Co

La mossa di Michael Kors arriva a stretto giro da quella del competitor Coach, il produttore di borse e accessori che di recente ha acquisito Kate Spade per 2,4 miliardi di dollari, sempre nell’ottica del consolidamento.

Il titolo di Jimmy Choo in Borsa questa mattina toccava punte di crescita fino al 17 per cento.

 

Senza categoria

I segreti del mascara

Published by:

Il mascara è uno di quei trucchi che non mancano mai nelle trousse delle donne italiane. Perché basta una passata per rendere lo sguardo davvero favoloso

 

Non tutte nascono con ciglia lunghissime, incurvate e ben delineate, per questo qualche genio, molti anni fa, ha inventato l’arma di seduzione più importante per il nostro sguardo: il MASCARA! Il primo effetto che il mascara dona infatti, è proprio quello di rendere lo sguardo immediatamente più intenso e definito , per questo è tanto importante sapere come applicarlo e scegliere quello più adatto alle proprie ciglia.

Se volete ‘sfruttare’ al meglio il vostro mascara preferito, oppure semplicente avete bisogno di qualche aiuto per evitare piccoli ‘incidenti’ di percorso quando lo stendiamo, ecco una serie di consigli da tenere presente quando, una volta completato il trucco occhi, sistemiamo le nostre ciglia e proviamo a dar loro maggiore volume, lunghezza e definizione.

Diciamocelo: il mascara nero è d’obbligo in ogni beautycase che si rispetti. Lo conferma il nostro esperto Sutera: “Un vero evergreen, intramontabile. Ma attenzione ad applicarlo correttamente. Un piccolo suggerimento: prima di applicarlo, abbi cura di ‘pulirlo’ sul flacone. Così facendo scarichi l’eccesso di prodotto presente sull’applicatore per evitare antiestetici grumi sulle ciglia. Appoggia quindi lo scovolo alla radice delle ciglia in modo da sollevarle al meglio, avendo cura di effettuare movimenti fluidi e mai bruschi. Infine, sfruttando la punta, direzionatele seguendo il verso naturale del pelo. Et voilà, otterrete uno sguardo da regina. Per un effetto a lunga durata e zero sbavature, passa un mascara waterproof sopra al tuo abituale: uno stratagemma che consente di guadagnare in corposità e tenuta, anche per molte ore”.

 L’applicazione del mascara. 

Non siamo qui ad insegnarvi nulla, ma solo qualche trucchetto.

Cercate di applicare il mascara dall’attaccaturadelle ciglia in su, soprattutto se avete le ciglia molto chiare, altrimenti si vedrà molto lo stacco, ed in generale, il prodotto svolgerà molto meglio il proprio lavoro.

In molte lo applicano in modo approssimativo e credeteci, SI VEDE! Anche se avete paura di farvi male ad un occhio, basterà alzare un po’ la palpebra e la resa sarà molto ma molto migliore già alla prima passata! Se sbagliate e sbavate, non andate nel panico, basta prendere un cotton fioc e pulire. Metteteli a portata di mano se sapete di essere maldestre, vedrete che se interverrete immediatamente andrà via senza bisogno dello struccante. Per dare un effetto ben separato e definito, evitando gli odiosi grumi, fate scorrere lo scovolino un po’ a zig-zag incastrando le setole con le vostre ciglia. Dovranno essere tocchi leggeri ed impercettibili, non un destra sinistra energico!

Se non siete fan del piegaciglia, c’è un altro metodo che potete mettere in pratica per alzare il più possibile le vostre ciglia: applicate il vostro mascara partendo dalla base delle ciglia, quindi appoggiando lo scovolino molto vicino all’occhio, e salite pian pianino verso l’alto per stenderlo. Ogni volta che ripetete il  movimento, indugiate qualche secondo in più alla base spingendo le ciglia verso l’alto, come se voleste appunto ‘sollevarle’.

 

Senza categoria

Scegli il colore giusto per la tua abbronzatura!

Published by:

Quali sono i colori in grado di esaltare la vostra abbronzatura? Sia che abbiate appena un accenno di abbronzatura faticosamente conquistata con un week end al mare, sia che abbiate un’abbronzatura invidiabile frutto di un’estate intera spiaggiate sul lettino in riva al mare, questi colori estivi vi aiuteranno a metterla in risalto al meglio! dall’immancabile bianco all’intenso verde smeraldo: ecco 5 nuance perfette per esaltare l’abbronzatura, seguendo i consigli delle star

  1. BIANCO CON ACCESSORI DORATI Per chi ha la pelle dorata il bianco è il colore che per eccellenza e più degli altri enfatizza il colore scuro della pelle, creando un piacevole contrasto. Quello che forse non sapete che l’effetto risulta ancora più bello se il bianco è arricchito da accessori dai toni dorati. A differenza dell’argento, l’oro esalta la pelle dorata, illuminandola. Provare per credere!
  2. Verde smeraldo. Anche questo è un colore molto utilizzato, anche per le passerelle di alta moda, per esempio, ed è perfetto da indossare quando la pelle ha i primi riflessi dell’abbronzatura.
  3. GIALLO. Il giallo, dopo il bianco, è il colore da preferire per esaltare l’incarnato baciato dal sole. A differenza del bianco che gioca sul contrasto con la pelle scura il giallo invece esalta le note calde della pelle rendendo la pelle sana e bonne mine. Da provare in abbinamento con il bianco per massimizzare l’effetto o con le righe.
  4. Blu elettrico
    Grande colore protagonista dell’estate abbinato sopratutto a bianco e nero: un colore facile da abbinare e che renderà la vostra abbronzatura delicata e ben visibile.
  5. Arancione albicocca
    Questo colore è in grado di rendere la vostra pelle luminosa: la tonalità da scegliere questa estate è quella ispirata al colore delle albicocche.
  6. ARANCIONE L’arancione, colore solare per eccellenza insieme al giallo, è il colore che esalta i toni marroni dell’abbronzatura rendendo la pelle, per effetto ottico, ancora più scura. Abbinalo in total look arancio oppure abbinato al denim.

 

Senza categoria

Nail art: news e tendenze dell’estate 2017

Published by:

Da quelle semplici a quelle più particolari, scoprite (e copiate!) le tendenze nail art del momento

Sei in cerca di una nail art per l’estate? Abbiamo preso tante belle ispirazioni da Pinterest per trovare le unghie estive più belle e (abbastanza) semplici da realizzare per la bella stagione! Preferite la manicure fatta in casa? Ecco le regole per renderla perfetta e i colori irrinunciabili

Tra le nail art estate non può assolutamente mancare il tema palme tropicali, soprattutto se è in versione fluo pink, colore perfetto quando hai le mani o i piedi belli abbronzati.  Le giovanissime chiedono le dieci dita di dieci colori diversi. Diversi!Non in tonalità degradanti dalla più scura alla più chiara. «Ma questa non è l’unica stranezza. Sono molto richieste le micropitture di fiori one stroke» spiega Rita Straccini, coordinatrice del centro che ha cinque postazioni mani e due piedi per lavorare in velocità. Questa applicazione consiste nell’utilizzare contemporaneamente – sullo stesso pennello – due colori differenti, per creare sfumature naturali quando vengono stesi.
Le sedicenni, che entrano soltanto se accompagnate dalle loro mamme (e, talvolta, con il permesso di papà), «chiedono micropitture di fiori, fiocchi o iniziali del nome sulle lacche tradizionali». Sempre in voga la french manicure (magari “capovolta”) tra le quarantenni «che amano anche il semipermanente con i rossi e persino il nero, ma scaldato da una punta di rosso. Chi, invece, opta per la ricostruzione e il gel, sceglie micro disegni, glitter ed effetti specchio, realizzati con polveri speciali».

 

Le nail art a pois sono di grande tendenza. Su tutte le unghie, solo sull’anulare, per creare una accent nail divertente, o a creare forme geometriche, i pois sulle unghie fanno tendenza! Il corallo è  e resta uno dei colori estivi per eccellenza, anche perché (purtroppo!) alla maggior parte di noi questa tonalità sta bene solo quando la pelle è un po’ dorata. Per rendere unica la tua manicure corallo, gioca con una nail art semplice, da realizzare solo sull’anulare, a tema stella marina. Super carina! 

CINQUE REGOLE PER STENDERE CORRETTAMENTE LO SMALTO
1 – Con un bastoncino di legno d’arancio, applicate un velo leggero di vaselina sulle cuticole: lo smalto non macchierà la pelle.

2 – Se la superficie delle unghie non è regolare, ricordate sempre di stendere una base levigante prima del colore.

3 – Partendo dal centro, applicate lo smalto dalla lunula fino alla punta. Poi coprite il lato sinistro e infine quello a destra.

4 – Terminata la stesura, diventa fondamentale uno strato di top coat, per rendere più brillante il colore e aumentarne la durata.

5 – Anche se lo smalto è asciutto, non utilizzate le mani per almeno cinque minuti: un semplice gesto potrebbe rovinare la superficie.