Una piccola sorpresa

Ti abbiamo emozionato e portato con noi, puntata dopo puntata, fin dietro le quinte… Ma non è finita! Abbiamo tenuto in serbo una piccola sorpresa per te: ecco il video dei momenti più divertenti ‘rubati’ durante le riprese della nostra Web Serie ‘Il Mio Abito da Sposa’!

Ti mostriamo quello che è accaduto davvero tra un ciak e l’altro, senza filtri, per regalarti un sorriso e travolgerti con l’entusiasmo e l’atmosfera speciale che ha caratterizzato ogni giornata di riprese. L’allegria contagiosa di Elisabetta, il sorriso di Rachele, la protagonista della nostra Web Serie, accompagnata in questa sua esperienza indimenticabile dalla mamma Antonietta e dalla migliore amica Eleonora che, dopo tante emozioni, scoppiano finalmente in una bellissima risata liberatoria. E ancora, i fuori onda divertentissimi degli interventi di Dario Mongioy, direttore generale del brand, di Simona Bertagna, ideatrice, autrice e project leader de ‘Il Mio Abito da Sposa’, del regista Tiziano Pellegris e la simpatia di tutto lo staff che ha lavorato al progetto.

Un’iniziativa nata pensando a te, per svelarti e raccontarti come sarà uno dei momenti più sognati e attesi da ogni futura sposa: la scelta dell’abito per il giorno più bello. Nelle varie puntate de ‘Il Mio Abito da Sposa’ abbiamo voluto raccontarti quest’avventura passo dopo passo, tutto all’insegna dell’autenticità e del vero.

Dall’entusiasmo delle partecipanti ai casting ‘live’, all’inizio dell’avventura di Rachele: con lei hai vissuto la fase della scelta e quella della nascita dell’abito dei propri sogni, creato su misura e “con il cuore” da  nel suo Atelier di Oleggio. Hai potuto condividere le emozioni delle prove, ti abbiamo portato con noi nel backstage. Tutto per farti vivere un’esperienza indimenticabile. Come sarà anche la tua.

Matrimonio alla Rocca di Montalfeo

La pace e la dolcezza del paesaggio, che fanno da cornice alla Pieve di San Zaccaria a Rocca Susella   (Godiasco, Pavia). Il fascino della storia, l’accoglienza degli ospiti alla Rocca di Montalfeo. La luce di un pomeriggio d’estate baciato dal sole, il 13 luglio. E poi la solennità di una data scelta per celebrare i primi dieci anni insieme, l’affetto degli amici e tanta, tanta allegria: è il matrimonio di Monica e Vittorio.

“Ho iniziato ad essere agitata due mesi prima ma poi… Miracolo: il giorno stesso del matrimonio ero tranquillissima!” racconta Monica, oggi a pochi giorni dal primo anniversario di nozze. Ed è stata una festa all’insegna della gioia e del divertimento: “Non stavamo facendo neanche il tradizionale ballo riservato agli sposi – ci dice – tanto eravamo presi dall’affetto e dal coinvolgimento dei nostri amici”.

La sposa aveva un nastro bianco tra i capelli, bianco anche il bouquet e il vestito, creato per lei da : dalle linee scivolate, all’insegna della semplicità ma anche della raffinatezza. Ha scelto un corpetto a cuore, impreziosito da strisce di cristalli. Dietro, una morbidissima balza sormontata da un fiocco. Altro particolare importante, che colpisce nel racconto, riguarda le bomboniere: Monica e Vittorio hanno scelto di aiutare l’Associazione Franca Cassola Pasquali, Onlus a sostegno dell’Unità di Senologia dell’ospedale di Tortona (Alessandria).

Regala poi un sorriso Monica quando racconta un piccolo gesto d’amore che forse non tutte le spose sarebbero disposte a concedere: “Il tableau: era dedicato alla Juventus! – ride – Grande collezionista delle prime pagine della Gazzetta dello Sport, ad ogni tavolo Vittorio ha pensato di assegnare il nome di uno scudetto. E gli amici l’hanno presa tutti simpaticamente: tra i vari scherzi, quello di far partire un accenno dell’inno della squadra addirittura al momento del taglio della torta”. Anche questa, una scelta fatta davvero col cuore: del resto, scherza, “è un amore che c’è da prima di me”.

Quando il mare è una favola blu

“Credo sia il tema di ogni matrimonio ma quando penso al nostro realizzo che è stata davvero una festa all’insegna dell’amore”. Gli affetti più cari, il sole, il mare, una splendida giornata trascorsa nei luoghi del cuore, sul Gargano. Sono passati poco più di due anni e mezzo dal giorno delle nozze di Enza e Attilio, il 27 settembre 2012, ma l’emozione resta immutata.

La cerimonia religiosa è stata celebrata nella chiesa di Sant’Elia Profeta a Peschici, paese di origine della sposa. La coppia è poi salita a bordo di una barca per un romantico giro fino a Rodi Garganico, il paese di Attilio, dove oggi vivono insieme: “Nonostante fossimo alla fine di settembre, era una giornata splendida: c’erano 36 gradi e il mare era una tavola blu”, dice Enza. Amici e parenti sono stati accolti a Lesina Marina, al Parco della Laguna, location scelta dallo sposo per il ricevimento.

Panna il colore dominante, rose bianche per gli addobbi: “I miei invitati invece indossavano abiti coloratissimi!”, racconta la sposa. “I preparativi sono durati solo tre mesi e dal momento in cui mio marito ha un’attività stagionale estiva, abbiamo dovuto sbrigare tutto prima. È stato molto bello, ci siamo trovati d’accordo su tutto”. Gli sposi non hanno scelto le classiche bomboniere come cadeau per gli ospiti, bensì di sostenere le attività in Uganda dell’associazione ‘I bambini di Antonio‘, Onlus di Rodi. Enza ed Attilio hanno così deciso anche di fare un altro passo importante insieme, adottando a distanza una bambina.

Per il suo giorno speciale, la sposa ha voluto un abito di : “Non la conoscevo prima, avrò provato una trentina di abiti ma i suoi mi sembravano cuciti addosso! Il mio era semplicissimo: bianco, tutto in organza di seta, senza spalline, gonna a campana. Dietro, un fiocco importante, dal quale si aprivano sei grandi raggi di stoffa che formavano lo strascico: sembravo una magnifica farfalla!”. Ha indossato anche il velo, impreziosito da cristalli che richiamavano un piccolo dettaglio sul corpetto dell’abito. “Ho un amore incredibile per gli abiti da sposa, da piccola li disegnavo – aggiunge Enza –. E ora che racconto, rivivo emozioni fortissime. Ripenso a quando Attilio mi ha vista sulla soglia della chiesa: è scoppiato a piangere ed ho dovuto fargli forza io!”.

Un sì immenso come il cielo

La proposta è arrivata in una sera che sembrava come tante altre, quando lei quasi non se l’aspettava più: “È stata davvero una sorpresa perché in passato mi aveva detto che non si sentiva pronto per il matrimonio ed io l’ho accettato con serenità, tanto ero sicura del nostro amore – racconta Silvia, ancora emozionatissima –. Poi, al rientro a casa dal lavoro, ho trovato che aveva preparato una romanticissima cena a lume di candela”. E alla fine Emanuele ha pronunciato la frase più bella, quel 20 settembre 2013. Esattamente un anno dopo, si sono detti ‘sì’ per sempre: “È stata una giornata emotivamente impegnativa e meravigliosa”, come si vede anche da questo bellissimo racconto per immagini.

Caraibi? No, il mio viaggio di nozze in italia

Dall’incanto di spiagge incontaminate, acque cristalline e romantiche calette ai panorami mozzafiato offerti dalla montagna, dal patrimonio culturale dei borghi medioevali al fascino delle città d’arte: parliamo dell’Italia e delle sue bellezze, amate e apprezzate dai turisti di tutto il mondo. Che ne dici di farci un pensierino anche per il vostro viaggio di nozze?

Dalle ultime ricerche sul mercato emerge che sempre più coppie di neosposi italiani stanno riscoprendo il nostro Paese. Tra le mete più consigliate, soprattutto nel periodo estivo, ci sono Puglia, Sicilia e Sardegna (quest’ultima scelta per la luna di miele anche da Clara, una de ‘Le Nostre Spose‘ di ), mentre ai primi posti delle città preferite ci sono sempre Roma e Venezia. Del resto, secondo una classifica di TripAdvisor, l’Italia vanta il maggior numero di città presenti nella top ten europea!

“Negli ultimi tempi c’è più sensibilità da parte delle strutture italiane, prima non puntavano tanto a promuoversi�?, spiega Sabrina, titolare dell’agenzia ‘Stopover Viaggi’ di Novara, che hai conosciuto quando ti abbiamo parlato dei consigli per rendere magica la vostra honeymoon. “Spesso funziona per le partenze che occupano lo spazio del weekend ma la riscoperta dell’Italia c’è anche perché molte coppie di sposi hanno già i bimbi�?.

Il nostro consiglio è sempre quello di evitare il fai da te: organizza tutto per tempo, anche nel caso della scelta di una meta vicina. Prima della partenza, ricordati di passare in agenzia per ritirare i biglietti per il viaggio, le prenotazioni, i voucher per gli alberghi. E ricorda di portare con voi anche il certificato di nozze o le pubblicazioni: vi serviranno per usufruire degli sconti dedicati ai neosposi!

La magia della luna di miele

È sicuramente il momento più atteso dai neosposi, subito dopo il ‘sì’. Torniamo a parlare della luna di miele: hai già pensato alla destinazione per il vostro primo viaggio da sposati? Abbiamo incontrato Sabrina, titolare assieme ad Antonella dell’agenzia di viaggi ‘Stopover Viaggi’ di Novara, per avere le ‘dritte’ giuste e non incorrere in spiacevoli sorprese.

Dubai, Mauritius e Seychelles restano tra i posti del cuore dei neosposi, “ma anche Australia, Polinesia, Sudafrica e le isole dell’Oceano Indiano e del Pacifico – spiega Sabrina -. Il Giappone, poi, ultimamente è esploso tantissimo”. La tendenza, ad ogni modo, è quella di spaziare, “anche grazie alle promozioni che hanno iniziato a fare un po’ tutte le compagnie aeree, ai pacchetti economici vantaggiosi, alle tariffe ‘giro del mondo’”.

Il viaggio di nozze, dunque, non perde il suo fascino, anche quando i neosposi si vedono costretti a rimandarlo, spesso per esigenze di lavoro: “In genere viene spostato in estate. Come durata, si arriva in media a tre settimane (due di congedo e una di ferie), anche se nell’ultimo anno abbiamo notato una flessione: non supera le due settimane e come destinazioni non si va oltre le dieci ore di volo. Sono anche aumentati i ‘last minute’”.

Ad ogni modo, per la buona riuscita del viaggio di nozze, Sabrina ti rivolge un consiglio, quello di non rinunciare ad affidarti a un professionista: “È bene sapere che non significa spendere di più ma avere il vantaggio di esperienza e competenza. Per ogni coppia, c’è il viaggio più indicato per lei e scegliere da soli non è facile e anche rischioso, perché bisogna fare molta attenzione a quello che si trova su Internet e le recensioni sono comunque frutto di esperienze ed esigenze strettamente personali. Rivolgersi a un professionista è sempre vantaggioso”.

Viaggio di nozze in crociera

Non solo una destinazione da sogno ma un’esperienza unica, che rimarrà sempre nel tuo cuore. Ci riferiamo alla tua luna di miele, momento tra i più importanti e attesi, legato al tuo giorno più bello. Per un viaggio di nozze sicuramente romantico, non troppo faticoso e che consenta di visitare diversi posti non c’è niente di meglio che una bella crociera: torniamo a parlarne per scoprire insieme le ultime tendenze…

“Tra le mete del cuore dei neosposi restano le isole: Caraibi, Canarie e, per restare più vicini a noi, quelle della Grecia e le Baleari”, spiega Alicia di Crociere.com, agenzia online specializzata. ‘Mete consolidate’ quindi, che uniscono bellezza ed esotismo ad accessibilità, anche economica. Esistono infatti diversi pacchetti viaggio e combinazioni che rendono la crociera adatta a tutte le tasche.

Inizia valutando un itinerario che amiate entrambi, così da scegliere una compagnia che vi consenta di prenotare una nave confortevole, a bordo della quale godere di momenti indimenticabili di assoluta emozione, sano divertimento e tanto relax: “In genere, le crociere che i neosposi prenotano più spesso hanno una durata di otto giorni e sette notti ma esistono anche formule più brevi, un minimo di quattro giorni e tre notti”, aggiunge Alicia.

Tra le novità segnalate da Crociere.com, anche la “crociera a tema”: c’è quella ‘gastronomica’, dedicata alla scoperta dei sapori e dell’arte della buona tavola. Oppure la ‘yoga e benessere’, all’insegna delle tecniche antistress e per trovare l’equilibrio dello spirito. Altro esempio, quella ‘conferenza’, che vede in programma incontri con gli scrittori, letture pubbliche e seminari. Un ottimo spunto per personalizzare il viaggio in base alle vostre passioni e rendere davvero unica la permanenza a bordo.

Siamo sicure che sia l’abito giusto?

Riconoscere il tuo abito da sposa “è semplicissimo: basta lasciarsi guidare dal proprio istinto”. Lo spiegano con una naturalezza che lascia il segno Roberto e Fabrizio, titolari dell’atelier ‘Gaggioli Sposi’ di Viterbo, nuova tappa del nostro ormai inarrestabile ‘Viaggio’ tra le boutique più prestigiose, per affiancarti con i consigli degli esperti del settore per rendere davvero unico il tuo giorno del ‘sì’.

Balocchi e profumi

Ha iniziato a cercare il suo abito da sposa praticamente “il giorno dopo la proposta di matrimonio”. Tra le sorprese più belle, il bouquet, studiato e realizzato dal fioraio sulla base di una foto del vestito, e l’auto che l’ha accompagnata in chiesa, appartenuta a Vittorio De Sica, scelta “in gran segreto” da suo papà e da suo marito. Ad affidarti il suo racconto speciale è Alessia, che lo scorso 26 luglio ha coronato il suo sogno d’amore con Roberto.

Il ‘sì’ è arrivato durante la cerimonia che si è tenuta nella chiesa del loro paesino, San Marco Evangelista a Trecella, nel Milanese: “Abbiamo avuto quattro testimoni – racconta Alessia –: io ho scelto i miei vicini di casa, una coppia che reputo semplicemente fantastica. I testimoni di mio marito, invece, sono stati i suoi fratelli”. Gli invitati sono stati poi accolti nella romantica ‘Villa Valenca’, in Franciacorta: “Siamo rimasti colpiti dall’eleganza degli arredi e dal giardino all’italiana perfettamente curato anche in una fredda giornata di gennaio”. Molto romantica era stata anche la location scelta da Roberto nel novembre di quasi due anni fa per la sua proposta di matrimonio: il Vittoriale degli italiani, circondato dal verde e con la sua incantevole vista sul Lago di Garda.

I preparativi del matrimonio hanno richiesto circa un anno: bianco il colore “protagonista”, country-chic lo stile scelto per le partecipazioni, per i libretti per la messa, per i segnatavoli e il tableau. Altro elemento con cui Alessia e Roberto hanno voluto caratterizzare la loro festa è stato il profumo: gessetti profumati hanno infatti accompagnato gli inviti e sono stati utilizzati come segnaposto al ristorante. Legato a quest’idea anche il cadeau scelto come bomboniera, un bruciatore per essenze decorato a mano e personalizzato con le loro iniziali.

Per il suo abito da sposa Alessia ha scelto : “Mi sono innamorata di un modello della Collezione Vision 2014 trovato su una rivista. Arrivata in Atelier, mi sentivo di aver già deciso ma… Colpo di scena: Elisabetta me ne ha proposto anche uno della Collezione 2015, ‘un’evoluzione’ di quello che avevo già provato… Beh, era lui quello giusto!”, rivela. Bianco, scivolato, aderente sui fianchi, stile sirena “con uno strascico immenso e un pizzo eccezionale a velare la profonda scollatura a ‘v’ sulla schiena”, lo descrive. “Ci conoscevamo solo da pochi minuti e lei aveva già capito la mia personalità!”.

Se sei in dolce attesa

Se sei in dolce attesa o state pensando di avere un bambino, è tempo di una luna di miele davvero speciale: si chiama ‘Babymoon’ ed è il viaggio che puoi concederti esclusivamente col tuo lui prima dell’arrivo del vostro bebè. Un’occasione per coccolarsi, dedicarsi completamente l’uno all’altra, rilassarsi, uscire in libertà prima del lieto evento. Come la ‘Familymoon’, è anche questa tra le ultime tendenze arrivate dagli Stati Uniti che stanno via via prendendo piede anche da noi.

Il primo passo, è valutare quando partire. Essendo in gravidanza, l’ideale è dopo i primi tre mesi e prima degli ultimi tre. È bene poi tenere conto che in genere le compagnie aeree non imbarcano donne incinte al nono mese. Alcune ti richiedono anche il certificato medico di buona salute e normale conduzione della gravidanza dalla 32esima settimana.

Secondo passo, è scegliere il tipo di vacanza: niente tour de force, turismo mordi e fuggi, rafting e arrampicate, immersioni e salite in alta montagna. Parola d’ordine: relax, per cui l’opzione ‘resort & spa’ potrebbe essere la più adatta alla circostanza. Molti hotel mettono a disposizione pacchetti pensati appositamente e stanno via via affermandosi anche tour operator specializzati, soprattutto online. Ideale sarebbe anche scegliere una destinazione non troppo distante.

Essendo un momento prezioso e importante, anche la lista delle precauzioni si allunga: dovrai portare con te copia degli esami medici, avere a portata di mano il numero di telefono del tuo medico, procurarti indirizzi e numeri telefonici degli ospedali della zona dove farete il vostro viaggio. Altro piccolo accorgimento, al momento del check-in del volo – sempre se scegliete l’aereo – è quello di farti assegnare un posto in prima fila, più comodo e più vicino possibile al bagno. Per i viaggi esotici, assicurati che non ci sia bisogno di vaccinazioni (potrebbero presentare rischi per il feto), ricordati in valigia creme solari ad alta protezione, bevi molta acqua. In ogni caso, consulta sempre prima il tuo medico. È inoltre sicuramente utile consultare anche il sito della Farnesina Viaggiaresicuri.it, per verificare quali sono i Paesi a rischio sanitario. Buona ‘Babymoon’!